MedFilm Festival 2008: Cinema del Mediterraneo a Roma | Federica Araco
MedFilm Festival 2008: Cinema del Mediterraneo a Roma Stampa
Federica Araco   
MedFilm Festival 2008: Cinema del Mediterraneo a Roma | Federica AracoCome ogni anno il festival cinematografico più antico di Roma propone uno sguardo sulle culture del Mediterraneo per promuovere, mediante la conoscenza dell’altro, l’incontro e il confronto di prospettive diverse su tematiche attuali e condivise di dimensione transnazionale e interculturale. L’intensa programmazione prevede l’assegnazione di numerosi premi (“Amore e psiche”, “Euroimages Italia”, “Italia nel cinema”, “Methexis” e “Open eyes”) alle pellicole vincitrici tra i 177 lungometraggi, cortometraggi e documentari in gara con 40 anteprime nazionali.
Il MedFilm Festival, anche grazie alla presenza di numerosi ospiti, rappresenta un momento importante per conoscere le diverse realtà socio-culturali e artistiche del Mediterraneo veicolate attraverso un linguaggio espressivo particolarmente ricco e articolato. Nell’ anno europeo del Dialogo Interculturale sono stati scelti quali paesi ospiti d’onore Turchia e Germania, omaggiati con due speciali vetrine: Ballate turche – storie di città e confini e Estovest – visioni del giovane cinema tedesco . A sottolineare la forte contaminazione artistica e culturale tra il paese europeo e la Turchia, il Teatro dei Dioscuri ospiterà la retrospettiva Crossing the bridge: il cinema di Fatih Akin . Presso l’Accademia di Francia, a Villa Medici, sarà proiettato il film, Chaos , ultima pellicola di Youssef Chahine, grandissimo regista egiziano scomparso di recente. A Villa Medici si terrà, inoltre, la IV edizione della rassegna Le Regard des Autres , dedicata al cinema francese contemporaneo. Le proiezioni e gli altri eventi in programma avranno luogo presso il Cinema Embassy e al Palazzo delle Esposizioni.
Tra le novità presenti quest’anno, di particolare importanza è il Medfilm Co-production Forum , un incontro tra produttori cinematografici internazionali, distributori e agenti culturali che operano nei Paesi del Mediterraneo. Il meeting avrà luogo presso la Sala Danilo Longhi – Union Camere, il 12 novembre, e si propone di aumentare e consolidare la co-produzione cinematografica tra esperti del settore appartenenti alle due rive del Mediterraneo.
“Per un luogo di mezzo dai confini fluidi com’è il Mediterraneo, MedFilm Festival ha costruito uno spazio magico, raccogliendo e documentando in 14 anni di storia il dialogo fitto e a più voci che si leva dalle sue rive”. Così la direttrice del Festival, Ginella Vocca, ha inaugurato questa edizione del 2008 in occasione della conferenza stampa di presentazione tenuta lo scorso 5 novembre presso la ADNKronos, mediapartner dell’evento. Il riferimento è al dialogo materiato di immagini e suoni, incontri e dibattiti che contribuisce alla comune, profonda esigenza di mitigare la paura del conflitto nell’incontro con l’altro. L’avvicinamento a mondi estranei e altrimenti inaccessibili attraverso l’universale linguaggio dell’arte contribuisce enormemente al superamento di pericolosi stereotipi culturali. Questo il grande merito del MedFilm Festival, che dal 2004 ha avviato proficue collaborazioni internazionali nella produzione di rassegne legate al cinema italiano in Egitto, Tunisia e Algeria: prossimamente si terrà la prima edizione del Festival del cinema italiano ad Istanbul.


Federica Araco
(12/11/2008)



parole-chiave: