Il sangue verde  | babelmed
Il sangue verde Stampa
babelmed   
Il sangue verde  | babelmedRosarno, Calabria. Le manifestazioni di rabbia degli immigrati mettono a nudo le condizioni di degrado e ingiustizia in cui vivono quotidianamente migliaia di braccianti africani, sfruttati da un'economia fortemente influenzata dal potere mafioso della 'Ndrangheta.
Per un momento l'Italia si accorge di loro, ne ha paura, reagisce con violenza, e in poche ore Rosarno viene "sgomberata" e il problema "risolto".

Ma i volti e le storie dei protagonisti degli scontri di Rosarno dicono che non è così. Scovarle e dare loro voce è oggi forse l'unica via per restituire al Paese la propria memoria. La memoria di quei giorni di violenza e del proprio recente quanto rimosso passato di miseria rurale.

Il documentario sarà presentato il 17 maggio all’Istituto di cultura italiana a Parigi, in presenza dell’autore.


Prossime proiezioni:

20 maggio - ALBA (CN) (Sarà presente Stefano Collizzolli di ZaLab)
20 maggio - SOMMACAMPAGNA (VR) (sarà presente Matteo Calore di ZaLab)
21 maggio - ROMA - Auditorium di Mecenate
26 maggio - PADOVA - Carovana Antimafia (sarà presente Matteo Calore di ZaLab)
27 maggio - TORINO - Museo del Cinema (sarà presente l'autore)
28 maggio - MANTOVA - Cinema del Carbone
28 maggio - TREVISO - Amnesty


Prodotto da:
ZaLab
in coproduzione con
Aeternam Films
con la collaborazione di
RAI3 - Doc3
JoleFilm
e la partecipazione di
AAMOD
con il patrocinio di
Amnesty International – sezione italiana


parole-chiave: