”Venti” di libertà: voci dal mediterraneo | babelmed
”Venti” di libertà: voci dal mediterraneo Stampa
babelmed   
”Venti” di libertà: voci dal mediterraneo | babelmed Un ponte per... compie 20 anni
Con le parole dei blogger che hanno rivoluzionato il Mediterraneo, gli scatti dei fotografi che hanno raccontato la nostra storia, le calligrafie arabe di Bibi Trabucchi e il sound mediorientale “Eklektik Berlinistan” di Dj Ipek, il 27 maggio, l’Associazione Un ponte per... festeggia i suoi 20 anni di attività al Brancaleone di Roma. Ospiti d’onore della serata i media attivisti protagonisti della primavera araba per ascoltare e capire, attraverso le loro testimonianze, le aspirazioni di una nuova generazione che reclama diritti, libertà e giustizia sociale. Dall’Egitto Wael Abbas , uno dei blogger egiziani più famosi della rete. Autore di “MisrDigital” , su cui scrive prevalentemenete di politica e diritti umani, Abbas è noto anche per essere uno dei volti scelti dalla CNN e dalla BBC per raccontare la primavera araba. Lina Ben Mhenni , tunisina vincitrice del premio “Miglior Blog 2011” alla VII edizione del Concorso Internazionale di Blog “The BOBs”, ha 27 anni e insegna linguistica all’Università di Tunisi. Attraverso il suo blog “A Tunisian Girl” ha denunciato con coraggio la censura e i crimini commessi dal regime di Ben Ali. Sul fronte algerino, Karim Metref , trasferitosi in Italia nel 1998, è un giornalista impegnato nella difesa dei diritti culturali dei Berberi e nella promozione della democrazia nel suo paese. Del ruolo dei social network, delle aspettative della società civile e della cronaca del post-regime si parlerà a partire dalle 19 alla Sala Cinema. L’incontro Voci dal Mediterraneo sarà preceduto dalla visione del documentario ‘Cairo Downtown’ e vedrà la partecipazione di Wael Abbas (Egitto), Lina Ben Mhenni (Tunisia), Karim Metref (Algeria/Italia), Fouad Roueiha (Amisnet), Carolina Popolani (autrice di ‘Cairo Downtown’), Domenico Chirico (Un ponte per...) e Francesca Corrao (docente di lingua e letteratura araba). A seguire, dopo l’apericena, alle 21.30 alla Sala Expo il rave teatrale di Voci nel Deserto, e alle 23.30 il sound “Eklektik Berlinistan”di Dj Ipek. Originaria dell’Anatolia e residente a Berlino, Ipek Ipekçioğlu è molto più che una semplice dj. Dall’unione del patrimonio musicale orientale con il genere elettronico, house e techno, ha creato un nuovo modo di raccontare l’incontro tra le due sponde del Mediterraneo. Con “Venti di libertà” Un ponte per… intende continuare il suo lavoro a protezione degli attivisti per i diritti umani e costruire un forte rapporto di dialogo, conoscenza e scambio tra gli attivisti dei paesi delle due sponde del Mediterraneo, legati da una storia e da un destino comune.


Per il programma completo della serata www.unponteper.it/20diliberta

27 maggio – 20 DI LIBERTÀ al Brancaleone via Levanna, 11
Una serata per festeggiare i 20 anni di attività di Un ponte per..., con le parole dei blogger che hanno rivoluzionato il Mediterraneo, gli scatti dei fotografi che hanno raccontato la nostra storia, le calligrafie arabe di Bibi Trabucchi e il sound mediorientale “Eklektik Berlinistan” di Dj Ipek.

ore 19.00 – Sala Cinema - Voci dal Mediterraneo
L’incontro, preceduto dalla visione del documentario ‘Cairo Downtown’, vedrà la partecipazione di Wael Abbas (Egitto), Lina Ben Mhenni (Tunisia), Karim Metref (Algeria/Italia), Fouad Roueiha (Amisnet), Carolina Popolani (autrice di ‘Cairo Downtown’), Domenico Chirico (Un ponte per...) e Donatella Della Ratta (mediaoriente.com).

ore 21.30 - Sala Expo – Voci nel Deserto – rave teatrale
Voci nel Deserto - Frammenti di Libertà di Pensiero è un’idea collettiva di
teatro civile, nata due anni fa dalla collaborazione di un autore, un disc-
jockey e alcuni attori professionisti desiderosi di mettere la loro arte e il
loro impegno al servizio della collettività. Nessun nome in ditta, nessuna
firma, nessun diritto d’autore, nessun biglietto d’ingresso: volontariato
teatrale, cultura open-source per riavvicinare il pubblico alle radici della
nostra memoria e, quindi, della nostra storia.

ore 23.30 – Sala Expo – Sound di Dj Ipek
Originaria dell’Anatolia e residente a Berlino, Ipek Ipekçioğlu è molto più che una semplice dj. Dall’unione del patrimonio musicale orientale con il genere elettronico, house e techno, nasce “Eklektik Berlinistan”, un nuovo modo di raccontare l’incontro tra le due sponde del Mediterraneo.


Francesca Manfroni
Ufficio Stampa Un ponte per...
tel:+39.06.44702906
cell:+39.339.2701528
francesca.manfroni@unponteper.it
stampa@unponteper.it
www.unponteper.it


parole-chiave: