Sindaci Israeliani e Palestinesi per la Pace | babelmed
Sindaci Israeliani e Palestinesi per la Pace Stampa
babelmed   
Sindaci Israeliani e Palestinesi per la Pace | babelmedDopo il confronto all’Assemblea Generale dell’ONU con la richiesta di riconoscimento dello Stato palestinese, e il rilascio del soldato israeliano Gilad Shalit in cambio di 1027 prigionieri palestinesi, è importante riallacciare i rapporti e spezzare l’incomunicabilità, creando nuovi canali di contatto e di possibile cooperazione.

Le Municipalità sono le istituzioni più vicine alle popolazioni e quelle che meglio possono interpretarne sentimenti e bisogni, contribuendo a superare il fossato apertosi tra le due società.

La diplomazia da sola non basta, la pace va costruita anche dal basso, a livello locale.
E’ questo l’intento dell’incontro a cui partecipano, tra gli altri, Piero Fassino, Sindaco della Città di Torino; Nahum Hofri, Sindaco di Ra'anana (Israele); Hasan Saleh, Sindaco di Jerico (Territori Palestinesi); Paolo Ricci, Portavoce degli Enti Regionali e Locali italiani nel Palestinian Municipalities Support Program del Ministero Affari Esteri, Gadi Baltiansky, Direttore generale Geneva Initiative Israel ; Janiki Cingoli, Direttore del Centro Italiano per la Pace in Medio Oriente, Geneva Initiative Italia ; Nidal Foqah, Direttore esecutivo di Geneva Initiative Palestine .



parole-chiave: