Greenaccord, un futuro a “rifiuti zero” | problema rifiuti, Napoli, salvaguardia natura, Greenaccord, William Rees, Robert Costanza, Paul Connett, Franco Roberti, Ermete Realacci, Giuseppe Caruso
Greenaccord, un futuro a “rifiuti zero” Stampa
babelmed   

Greenaccord, un futuro a “rifiuti zero” | problema rifiuti, Napoli, salvaguardia natura, Greenaccord, William Rees, Robert Costanza, Paul Connett, Franco Roberti, Ermete Realacci, Giuseppe CarusoNapoli e la Campania hanno conosciuto momenti difficili sul fronte rifiuti, non ancora del tutto superati. Proprio nel capoluogo campano il tema sarà affrontato da alcuni dei massimi esperti mondiali sui rifiuti che ne approfondiranno l’impatto sulla qualità della vita e la tutela degli ecosistemi terrestri. E partendo da esperienze concrete, proporranno vie alternative per inserire il problema rifiuti nel quadro di un modello di sviluppo che sia sostenibile da un punto di vista ambientale, economico e sociale. Obbiettivo, un futuro senza rifiuti, non un sogno ma alla portata di mano con le giuste politiche e la collaborazione di imprese e cittadini. Di strategie e di vantaggi di un nuovo approccio al problema rifiuti si parlerà dal 6 al 9 novembre a Napoli, al X° Forum Internazionale dell’informazione per la salvaguardia della natura, tradizionale appuntamento organizzato dall’associazione Greenaccord e promosso quest’anno dal Comune di Napoli in collaborazione con il ministero dell’Ambiente, Federambiente, Asia e Arcidiocesi di Napoli. Ospiterà trenta relatori, tra cui William Rees (docente alla British Columbia university e storico inventore del concetto di impronta ecologica), Robert Costanza (docente di Economia ecologica all’università del Vermont), Paul Connett (scienziato, ideatore della strategia “zero waste”). Attesi oltre cento giornalisti provenienti da tutto il mondo, aderenti alla rete Greenaccord, i primi a dover comunicare i temi ambientali ai loro utenti

Ampio spazio sarà dedicato anche allo spinoso tema delle Ecomafie, al quale sarà dedicata una delle sei sessioni di lavoro. Interverranno, tra gli altri, Franco Roberti, procuratore nazionale Antimafia, Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente della Camera, Giuseppe Caruso, direttore dell’Agenzia nazionale per i beni sequestrati alla criminalità.

Il Forum sarà anche l’occasione per accogliere un progetto didattico di educazione ambientale che sensibilizzi le nuove generazioni alla corretta gestione dei rifiuti: 50 studenti di dieci scuole superiori campane seguiranno i lavori del Forum per poi realizzare degli elaborati multimediali che illustreranno i contenuti del Forum. I due migliori elaborati saranno poi premiati in un successivo evento pubblico a Napoli.

 

Il programma completo del X° Forum è disponibile sul sito www.greenaccord.org