Il Torino Film Festival nel segno di Virzì | Torino Film Festival, Paolo Virzì, ohn Turteltaub, Robert De Niro, BandaKadabra, Claudio Amendola, Europop
Il Torino Film Festival nel segno di Virzì Stampa
babelmed   

Il Torino Film Festival nel segno di Virzì | Torino Film Festival, Paolo Virzì, ohn Turteltaub, Robert De Niro, BandaKadabra, Claudio Amendola, EuropopC’è molta attesa per il primo Torino Film Festival diretto da Paolo Virzì, il regista di “Tutta la vita davanti” , dal 22 al 30 novembre. Si apre con il film “Last Vegas” di John Turteltaub, tra i protagonisti Robert De Niro e madrina della serata sarà Luciana Littizzetto. Accanto alle sezioni cardine della rassegna si affiancheranno le sue novità. La prima è la sezione “Europop”, dedicata ai film che in Europa attraggono pubblico e diventano fenomeni di consumo popolare tanto da “dirci qualcosa di profondo” sullo spirito del loro Paese”, così da conoscere gusti e tendenze degli spettatori di nazioni a noi vicine. Per l’Italia è stato scelto “La mossa del pinguino”, esordio alla regia di Claudio Amendola sulla storia di una squadra improvvisata di curling che punta alle Olimpiadi invernali di Torino.

La seconda novità del neo-direttore si chiama “E intanto in Italia”: propone una carrellata di anticipazioni e dietro le quinte sui set di registi italiani al lavoro. E a chi accusava il TFF di non esibire lustrini, paillettes e red carpet, Virzi promette un cambio di rotta “a modo nostro saremo il più espansivi possibile”, l’ultima sua trovata è quella di accogliere i film e i loro autori dai musicisti della street band torinese “BandaKadabra” e dagli artisti del”Cirko Vertigo”, protagonisti di interventi e performance circensi davanti al Cinema Massimo per tutta la durata del Festival.