Violenza, non amore: le foto più belle | Karen Di Paola, Ylenia Carnevali, Paolo Samarelli, Marco Castelli, Rossella Leone, fotografia, violenza
Violenza, non amore: le foto più belle Stampa
babelmed   

Violenza, non amore: le foto più belle | Karen Di Paola, Ylenia Carnevali, Paolo Samarelli, Marco Castelli, Rossella Leone, fotografia, violenza"Chiamala violenza, non amore", il concorso video/fotografico "Lo Sguardo di Giulia" ha avuto un grande successo per numero e qualità di opere pervenute: 125 foto e sette video. “Nel bando la richiesta era di uscire dai soliti schemi del racconto. Di cambiare direzione al teleobiettivo. Di ribaltare il pensiero che sinora aveva guidato lo scatto del fotografo: non più lei, la vittima, ma lui e le sue responsabilità. Tra le opere visionate praticamente tutti avevano centrato il mandato di costruire un’immagine fuori dagli stereotipi”, spiega Marina Cosi, di Gi.U.Li.A (associazione di Giornaliste unite libere autonome), ideatrice e vera anima del concorso.

Il premio ex equo a due professioniste, entrambe di 37 anni: Karen Di Paola di Roma che in “Freedom” raffigura una donna che sta per liberarsi dalla prigionia d’una soggezione psicologica e Ylenia Carnevali di Lucca che ironizza sull’ambiguità dell’”uomo perfetto” oscillante tra tenerezza e brutalità. Il video prescelto, del romano Paolo Samarelli, è un breve, provocatorio disegno animato che dimostra come troppo facilmente un cuore amoroso possa trasformarsi in una mano aperta pronta a colpire. Tra i non professionisti è stato premiato Marco Castelli, 21 anni, studente di Firenze, autore di una inquietante serie di “donne nel mirino” (“Shooting”).Ha ricevuto la targa per la categoria Under 18, Rossella Leone, 17 anni, studentessa della provincia di Bari, per il suo delicato ritratto “Le donne non si toccano nemmeno con un fiore”.

Le foto e i video selezionati sono ora esposti in una mostra, patrocinata dal Comune di Milano. Dopo essere stata negli spazi dell'Umanitaria, è ora ospitata poco distante, alla Camera del lavoro di Milano,  a ridosso della data simbolica del 25 novembre, giorno dedicato alla violenza contro le donne, e successivamente diverrà itinerante.

 

http://giulia.globalist.it