Sit-in per la riapertura di Shuhada Street a Hebron: Roma, Campo de’ Fiori | Hebron, Shuhada Street, Izzat Karaki, Jawad Abu Aisha, Livia Parisi, Mai Kaile, Luisa Morgantini, Assopacepalestina, Associazione ex-lavanderia
Sit-in per la riapertura di Shuhada Street a Hebron: Roma, Campo de’ Fiori Stampa
babelmed   

Sit-in per la riapertura di Shuhada Street a Hebron: Roma, Campo de’ Fiori | Hebron, Shuhada Street, Izzat Karaki, Jawad Abu Aisha, Livia Parisi, Mai Kaile, Luisa Morgantini, Assopacepalestina, Associazione ex-lavanderia

 

  • 25 Febbraio 2014 ore 17/19 - Piazza Campo di Fiori (Roma) - Sit-in per riapertura di Shuhada Street a Hebron.
  • Ore 20 all’Ex Lavanderia, piazza S. Maria della Pietà 5 (Roma).
  • Apericena palestinese.
  • Proiezione video “Al Khalil” di Livia Parisi (Assopacepalestina di Roma) sulla resistenza non violenta dei giovani dello Youth Against Settlements e altri brevi video realizzati da Izzat e Jawwad.

 

Il 25 Febbraio 2014 ricorre l’anniversario del massacro di palestinesi in preghiera, compiuto dal colono di Kiryat Arba, Baruch Goldstein, nella moschea della Tomba del Patriarca a Hebron. Risultato del massacro è stato un accordo tra Israele e l’ANP che lascia il controllo della città vecchia di Hebron sotto il controllo israeliano. Per la “sicurezza” dei coloni Shuhada Street è chiusa ad auto e pedoni palestinesi. Da cinque anni ogni anno contemporaneamente alle manifestazioni che si tengono in Palestina si manifesta anche a livello internazionale affinché venga riaperta ai palestinesi la strada centrale della città.

 

Sit-in per la riapertura di Shuhada Street a Hebron: Roma, Campo de’ Fiori | Hebron, Shuhada Street, Izzat Karaki, Jawad Abu Aisha, Livia Parisi, Mai Kaile, Luisa Morgantini, Assopacepalestina, Associazione ex-lavanderia 

 

Incontro con:

Izzat e  Jawad di Youth Against Settlements.

Mai Kaile ambasciatrice palestinese in Italia.

Luisa Morgantini già vicepresidente del Parlamento UE.

 

Izzat Karaki, 24 anni, nato a Hebron, è nel gruppo da più di cinque anni, una famiglia di militanti, di lavoro fa il fabbro. Izzat volontarioe con lo Yas, installa le reti e le barriere di ferro per difendere gli abitanti della città vecchia dagli assalti dei coloni ed è uno dei fondatori di una scuola materna, Sumud in Via Shuhada. Nel gruppo si occupa dei media. Ha subito spesso l’attacco dei coloni, un colono lo ha attaccato con spray al peperoncino, diverse volte arrestato dai soldati.

Jawad Abu Aisha, 40 anni, nato a Hebron vive a Tel Rumeida. Lui e la sua famiglia sono costantemente attaccati dai coloni. Jawad è stato un leader fin dalla prima Intifadah, cosi’ come nella seconda. Da quattro anni ha scelto di lottare nella resistenza popolare non violenta con lo YAS ed anche lui è tra i fondatori della scuola di materna di Shuhada street.

 


Sit-in per la riapertura di Shuhada Street a Hebron: Roma, Campo de’ Fiori | Hebron, Shuhada Street, Izzat Karaki, Jawad Abu Aisha, Livia Parisi, Mai Kaile, Luisa Morgantini, Assopacepalestina, Associazione ex-lavanderia 

 

Calendario e città degli incontri

24 Febbraio    Brescia

25 Febbraio    Roma

26 Febbraio    Foligno

27 Febbraio    Cagliari

 

www.assopacepalestina.org

 

Per informazioni:

lmorgantiniassopace@gmail.com

liv.parisi@gmail.com