“A uno a uno le fil cuntavano”: la leggenda delle streghe nel Sannio | Francesca Gerardo, Marialaura Simeone, Umberto Rinaldi, streghe nel Sannio, Mulino Pacifico di Benevento, Sabba
“A uno a uno le fil cuntavano”: la leggenda delle streghe nel Sannio Stampa
babelmed   

Il documentario “A uno a uno le fil cuntavano: la leggenda delle streghe nel Sannio” nasce da un'idea di Francesca Gerardo che con la collaborazione di Marialaura Simeone e per la regia di Umberto Rinaldi ha scelto di ripercorrere la storia e le storie delle streghe nel Sannio. Il progetto è stato finanziato dal programma “Gioventù in azione”, su proposta del gruppo informale “A spasso con le streghe”.

Dalle indagini storiche sul Sabba, il Noce e San Barbato alle storie tramandate nel tempo su personaggi locali quali la Zucculara, il documentario intreccia le fila del discorso storico ai racconti popolari. Studiosi ed appassionati di storia locale ripercorrono l'origine della leggenda cercando di dare risposta ad una serie di domande, in parte ancora insolute. A loro si aggiungono le voci di quanti con le streghe, anzi con le Janare – come le chiamano a Benevento – hanno avuto un rapporto più 'diretto'. Vengono fuori le credenze comuni a molti paesi del beneventano, ma più in generale alle credenze sulle streghe. Il documentario è un viaggio, non solo metaforico, attraverso le storie e leggende trasmesse nei secoli, ma soprattutto fisico attraverso la provincia di Benevento.

Il documentariosarà presentato il 22 marzo al Mulino Pacifico di Benevento alle 18:30

//Il trailer da "www.artempori.it"Il trailer da "www.artempori.it"

L'evento, presentato dalla Solot-Compagnia di teatro stabile di Benevento, sarà l'occasione per far conoscere al pubblico l'associazione CAAT, di cui Francesca Gerardo è Presidente. CAAT pone al centro della propria azione la Cultura, quale forza propulsiva per la crescita sociale e civile della collettività. L’obiettivo primario è evidenziare gli elementi che costituiscono l’essenza di una comunità: ambiente territorio arte.