A Torino, editori riuniti per il World Congress | Eskinder Nega, Martin Schibbye, Johan Persson, Tomas Brunegård, World Newspaper Congress
A Torino, editori riuniti per il World Congress Stampa
Elisa Gallo   

A Torino, editori riuniti per il World Congress | Eskinder Nega, Martin Schibbye, Johan Persson, Tomas Brunegård, World Newspaper CongressIl Congresso inizierà con la consegna del "Golden pen of freedom", il premio per la libertà di stampa che verrà simbolicamente consegnato a Eskinder Nega, giornalista etiope condannato nel 2011 a 18 anni di carcere per aver criticato il suo governo e aver chiesto libertà di espressione e cessazione delle torture nelle prigioni del Paese.

A ritirare il "Golden Pen of Freedom" saranno Martin Schibbye, giornalista freelance svedese, anche lui arrestato in Etiopia nel 2011 con il fotografo Johan Persson, entrambi condannati a 11 anni di prigione con l'accusa di sostenere il terrorismo. I due sono stati graziati dopo 14 mesi di detenzione.

Il World Newspaper Congress e il World Advertising Forum sono la principale piattaforma internazionale di incontro e scambio tra direttori, editori e dirigenti di giornali di tutto il mondo. L'evento sarà un'opportunità per "scambiare conoscenze, strategie e buone prassi", ha dichiarato il presidente di WAN-IFRA, la World Association of Newspapers and News Publishers, Tomas Brunegård.

100 speaker in tre conferenze, seminari e tavole rotonde su strategie, politiche, nuovi strumenti e tecnologie a disposizione delle redazioni.

 

Qui il programma dettagliato e le modalità di partecipazione all'evento: http://www.wan-ifra.org/


A Torino, editori riuniti per il World Congress | Eskinder Nega, Martin Schibbye, Johan Persson, Tomas Brunegård, World Newspaper Congress

 Elisa Gallo