Umbria World Fest “Human” | Umbria World Fest, Foligno, Festival di fotografia, Fausto Podavini, Valerio Bispuri, Emiliano Mancuso, Ren Hang, Modena City Ramblers, Ginevra di Marco, Africa Unite, WALLS-separate worlds
Umbria World Fest “Human” Stampa
babelmed   

Umbria World Fest “Human” | Umbria World Fest, Foligno, Festival di fotografia, Fausto Podavini, Valerio Bispuri, Emiliano Mancuso, Ren Hang, Modena City Ramblers, Ginevra di Marco, Africa Unite, WALLS-separate worlds“Umano” come unione, condivisione, incontro e cambiamento. “Umano” come emarginazione, solitudine, lotta e conservazione. Elementi opposti che si attraggono, si mescolano, trasformando i volti, i corpi e le culture.

Questo il tema scelto per la 13esima edizionedell’Umbria World Fest, che in passato si chiamava “Canti e Discanti”. In questi tempi di criticità sociale ed economica, “Human”, suona come un invito da parte degli organizzatori dell’associazione Plàtea a restare uniti e a non perdere l’umanità.

Animata da questo spirito, la città di Foligno si trasformerà per tre giorni in un grande palcoscenico a cielo aperto che aprirà suggestive finestre sul mondo, grazie ad artisti di fama nazionale ed internazionale con eventi musicali, espositivi tra fotografi e performativi.

A partire dall’inaugurazione di venerdì 10 alle ore 21.30, Palazzo Trinci diventerà il Palazzo della Fotografia, ospitando otto mostre in collaborazione con lo Spazio Zut (vecchio cinema recuperato, oggi luogo polivalente e moderno).

Autori di spicco nel panorama della fotografia contemporanea presenteranno i loro lavori: Ren Hang, Emiliano Mancuso, Valerio Bispuri, Fausto Podavini, Gianmarco Maraviglia, Guido Fuà, Federico Romano e Francesco Fossa.

Il cinese Ren Hang esporrà una serie di immagini dissacranti, che nel suo paese sono state spesso considerate oscene e quindi vittime di censura, a cura di Marco Pinna.

“Mondo Creolo” di Guido Fuà, una produzione di UWF, è un reportage sui “creoli italiani”, figli di incontri interrazziali, dei matrimoni misti fra italiani ed immigrati. Sono i volti dei nuovi cittadini della nostra realtà nazionale solo apparentemente monoculturale. Sempre più numerosi rompono la dialettica che contrappone noi alle altre razze.

“Encerrados” è il titolo del lavoro in mostra di Valerio Bispuri, vincitore del Sony Award nel 2013: un'indagine sul mondo carcerario e sul Sudamerica, un viaggio durato dieci anni che ha portato il fotografo a visitare 74 prigioni. Il reportage è stato esposto al festival Visa pour l’Image di Perpignan e in mostra a Roma, Ginevra, Berlino, Buenos Aires. La mostra è a cura di Valeria Fornarelli.

Il fotografo Fausto Podavini esporrà il suo lavoro vincitore del World Press Photo 2013: “Mirella”. Una storia intima e universale allo stesso tempo, fatta di amore e dedizione di una donna che lotta insieme a suo marito malato di Alzheimer. A cura dell’Umbria Photo Fest.

“Diario di Felix” è il lavoro in mostra del fotografo Emiliano Mancuso a cura di Renata Ferri. Uno sguardo intimo sulla vita di un gruppo di adolescenti che vivono in una casa famiglia nel quartiere romano di Torrespaccata, alla soglia della maggiore età e prossimi a uscire.

Con “Olivia’s Root’s” il fotografo Gianmarco Maraviglia ci racconta un viaggio alla ricerca e riscoperta delle radici di Olivia, che si rivela una storia di culture, religioni e tradizioni differenti sintetizzate perfettamente negli occhi di una bambina. La mostra è a cura di Chiara Oggioni Tiepolo.

Una riflessione sulle radici è anche quella di Francesco Fossa e del suo progetto multimediale “Quota Mille”, con il contributo di Paolo Rumiz, a cura di Chiara Oggioni Tiepolo. I suo è il viaggio in un’Italia ancestrale e autentica arroccata sulle montagne del Matese.

“Emergenza casa” di Federico Romano, infine, è un lavoro sull’emergenza abitativa a Roma. Attraverso le azioni e i volti queste immagini ci raccontano che la casa non è soltanto cemento, ma quando necessario diventa sudore, condivisione e persino lotta. A cura di Officine Fotografiche.

Come l’anno scorso, tornano le letture portfolio, insieme alla seconda edizione del Premio Fotografico ‘Umbria Photo Fest’, che quest’anno ha come prestigioso presidente di giuria Marco Pinna, photoeditor del National Geographic Italia. Gli altri membri che presiederanno la giuria sono Chiara Oggioni Tiepolo (RVM magazine) ed Emilio D’Itri (direttore Officine Fotografiche). Gli altri lettori dei portfolio saranno: Fausto Podavini (fotografo), Valerio Bispuri (fotografo), Pietro Vertamy (direttore Agenzia ON/OFF), Emanuela Mirabelli (photoeditor di Marie Claire), Maurizio Garofano (art director). Le letture si svolgeranno sabato 11 e domenica 12 ottobre presso Palazzo Trinci.

Sabato si svolgeranno due proiezioni fotografiche/incontri con l’autore, “Mondo Creolo” di Guido Fuà e di Peter Holgerssonn con il suo progetto fotografico sull'atleta Nadja Casadei, realizzato durante il periodo in cui l'atleta lottava contro il cancro.

La collaborazione dell’Umbria World Fest con Marianna Santoni ha dato inoltre l’opportunità quest’anno di arricchire il programma fotografico del festival 2014 con un importante ospite internazionale: Peter Holgersson, vincitore del World Press Photo 2014.

Il fotografo terrà, sabato 11 e domenica 12 ottobre, per la prima volta in Italia, un workshop fotografico nel quale condividerà la sua esperienza da fotogiornalista, spiegando la sua visione e il suo approccio al fotogiornalismo e approfondendo aspetti tecnici legati all'uso di particolari ottiche nella fotografia di reportage. Sabato 11 ottobre terrà anche un incontro serale aperto al pubblico.

Sarà inoltre possibile partecipare al workshop del fotografo Peter Holgersson (World Press Photo 2014) e alla seconda edizione del Premio Fotografico ‘Umbria Photo Fest’.

 

La sezione musicale sarà caratterizzatala un’anteprima assoulta: ‘Stazioni Lunari’ un inedito sotto la direzione artistica di Francesco Magnelli con Cisco (ex Modena City Ramblers), Erriquez (Bandabardò), Paola Turci e Ginevra di Marco (ex Csi e Pgr) e altri ospiti. Inoltre la sezione musicale vedrà la presenza del leader degli Africa Unite (Bunna)  con un djset e Maurizio Gianmarco quintet.

 


 

ORARI MOSTRE

Palazzo Trinci

Dal 10 ottobre al 9 novembre

Orario: 10:00 - 13:00 / 15:00 -19:00

Il 10 e 11 ottobre le mostre rimarranno aperte dalle 10:00 alle 24:00

 

ORARI LETTURE PORTFOLIO

sabato dalle 13:00 alle 20:00

domenica dalle 10:00 alle 13:00

 

Per info:

www.umbriaworldfest.it

Ufficio Stampa “Umbria World Fest”

Valeria Ribaldi Tel. 340.90 93 214 – valeria.ribaldi@gmail.com