Il mio nome è Kurdistan | Kobanê, Biblioteca Vaccheria Nardi, Kurdistan, Roma Multietnica, Rojava, diaspora curda, profughi, Paola Turchetto, Valeria Ferraro, FrontiereNews
Il mio nome è Kurdistan Stampa
babelmed   

Il mio nome è Kurdistan | Kobanê, Biblioteca Vaccheria Nardi, Kurdistan, Roma Multietnica, Rojava, diaspora curda, profughi, Paola Turchetto, Valeria Ferraro, FrontiereNewsPer ricordare la liberazione di Kobanê, città simbolo della resistenza allo Stato Islamico, venerdì 13 febbraio 2015 dalle ore 18,00 alle ore 20,00 la Biblioteca Vaccheria Nardi, via Grotta di Gregna 37, ospiterà l’evento Il mio nome è Kurdistan, organizzato dal Servizio Intercultura delle Biblioteche di Roma – Roma Multietnica con la partecipazione di giornalisti e artisti esperti di Medio Oriente e di associazioni impegnate a favore del popolo curdo.


Obiettivo dell’incontro è di presentare i recenti lavori scaturiti dalle esperienze di viaggio nelle zone interessate, ma anche di fare il punto sull’attuale situazione in Medio Oriente e in particolare nel Rojava, sulla questione dei profughi e degli sfollati, nonché sulla problematica della diaspora curda in Italia.

 

 

 

 


Programma:
ore 18,00    saluti di Paola Turchetto, Responsabile della Biblioteca Vaccheria Nardi -  saluti di Gabriella Sanna, Responsabile Servizio Intercultura – Biblioteche di Roma -  introduzione di Valeria Ferraro, esperta di Turchia contemporanea e collaboratrice di FrontiereNews, che coordinerà gli interventi.

ore 18,30    presentazione della raccolta di racconti "Il mio nome è Kurdistan" (Villaggio Maori 2014) e proiezione dell'omonimo documentario (20’) di Lorenzo Giroffi, giornalista e documentarista.

ore 19,00    intervento di Alessia Montuori, responsabile della onlus SenzaConfine e portavoce di Rete Kurdistan.

ore 19,30    presentazione della mostra fotografica “Azadi, libertà”, a cura di Federica Araco, giornalista, e dei fotografi Paolo Fumanti e Laura Santopietro.

La mostra include la proiezione dell’omonimo multimediale (5’).

L’evento si concluderà con un piccolo rinfresco offerto dalla biblioteca
La mostra “Azadi, libertà” resterà esposta presso la biblioteca fino a giovedì 26 febbraio, negli orari di apertura.

 


 

Il mio nome è Kurdistan | Kobanê, Biblioteca Vaccheria Nardi, Kurdistan, Roma Multietnica, Rojava, diaspora curda, profughi, Paola Turchetto, Valeria Ferraro, FrontiereNewsPer informazioni:
Biblioteca Marconi - via Girolamo Cardano 135 - 00146Roma

tel. +39 0645460313