“Menos es más”, workshop di illustrazione con Javier Zabala  | Javier Zabala, illustrazione, menos es más, Cervantes, Shakespeare, García Lorca, Rodari, Melville, Chejov, Van Gogh, Oviedo, Bologna Ragazzi Award, l'Astrid Lindgren Memorial Award
“Menos es más”, workshop di illustrazione con Javier Zabala Stampa
babelmed   

//Illustrazione di Javier ZabalaIllustrazione di Javier Zabala

Questa frase famosa, titolo del workshop, descrive esattamente quello che l’illustratore spagnolo proverà a trasmettere ai suoi allievi in questi giorni di lavoro in cui tutti condivideranno talento, dubbi, paure, riuscite, successi e fallimenti.

Si cercherà soprattutto la massima semplicità nelle immagini, nel tentativo di raccontare idee e storie usando gli elementi minimi possibili, “la sintesi”.

Si discuterà a lungo di libri, narrazione, sia grafica che letteraria, e della necessaria tensione tra i due ambiti, cercando l'essenza del personaggio, ciò che lo definisce, ciò che appartiene alla sua personalità e solo a lui, ciò che lo distingue dal resto. Muovendosi verso il limite, quel sottile, talvolta impercettibile punto di equilibrio tra “troppo e troppo poco”.

In genere, tutto ciò che non è narrativo in una rappresentazione grafica è sempre un rumore e il rumore impedisce di ascoltare il messaggio.

L'idea, al contrario, spinge naturalmente verso verso l’emozione. La tensione narrativa, i contrasti, le armonie, le immagini nel testo, con le infinite possibilità artistiche, l'intuizione come una sorta di intelligenza veloce che ci porta dove nessuno ha mai guardato prima, o comunque ci porterà a cose già conosciute, ma con un nuovo modo di vederle.

Le tecniche pittoriche e grafiche, le diverse regole di composizione, la scelta del colore, la linea, il ritmo di un libro, la creazione di uno storyboard pur essendo parti integranti di questo corso, in realtà non sono importanti perché, nell’approccio di Javier, “la casualità diventa strumento creativo…”.

Secondo l’artista, infatti, il buon illustratore non è colui che sa usare le tecniche, ma è colui che sa raccontare attraverso di esse. Nessuno si chiamerà mai scrittore o poeta per la capacità di leggere o scrivere, ma per quello che sa trasmettere con le sue parole.

 

 


 

Biografia

Javier Zabala (León, España, 1962)

È unno degli illustratori più importanti d'Europa. Ha studiato Illustrazione e Graphic Design presso la Scuola di Belle Arti di Oviedo e Madrid.

Ha illustrato più di 80 libri di poesia e di narrativa per adulti e bambini, di alcuni autore dei testi. I suoi libri sono stati tradotti in 17 lingue e ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, tra cui due menzioni d'onore nelle Bologna Ragazzi Award. È stato finalista al Premio Andersen 2012 ed è attualmente il candidato spagnolo per l'Astrid Lindgren Memorial Award (ALMA) 2015.

Ha illustrato testi di Cervantes, Shakespeare, García Lorca, Rodari, Melville, Chejov e anche Van Gogh.

Lavora come insegnante in corsi di illustrazione e tiene conferenze in università e scuole d’art in Spagna, Italia, Colombia, Ecuador, Messico, Iran, Cuba, Brasile, Venezuela, Israele.

Il suo lavoro è stato esposto in numerose mostre personali e collettive in tutto il mondo.

 


 

Info:

“Menos es más” (“Less is more”)

a cura di Javier Zabala ( http://www.javierzabala.com/ )

dal 29 LUGLIO  al 2 AGOSTO

dalle 9:30 alle 13:30 e dalle 15:00 alle 19:00 (38 ore in totale)

I posti sono limitati e la pre-iscrizione è obbligatoria.

Presso: Spazio Arte Duina (Cascina Balocchi), via Campagna Sotto, 2 – 25017 Lonato, Italia.

Tel. 331 9105733



http://www.Spazio Arte Duina.it                         

www.javierzabala.com