Le Meraviglie d’Italia al Salone del Libro di Torino | Salone Libro Torino, Nadia Khiari, Emmanuel Carrère, Camilla Lackberg, Roberto Vecchioni, Francesco Guccini, Sebastian Fitzek
Le Meraviglie d’Italia al Salone del Libro di Torino Stampa
babelmed   

Le Meraviglie d’Italia al Salone del Libro di Torino | Salone Libro Torino, Nadia Khiari, Emmanuel Carrère, Camilla Lackberg, Roberto Vecchioni, Francesco Guccini, Sebastian Fitzek

Sono le Meraviglie d’Italia il tema conduttore della 28^ edizione del Salone internazionale del Libro che si svolge dal 14 al 18 maggio al Lingotto. Nell’avvitarsi di una lunga crisi che è in primo luogo culturale, un invito – quello del Salone - a ripensare la nostra storia e la ragione che l’hanno modellata, nel bene e nel male, come momento fondativo di ogni ripartenza. E’ il Presidente Mattarella ad aprire la kermesse con i suoi 1200 editori, 1500 incontri con grandi scrittori e intellettuali. E’ lunga la lista degli ospiti, tra cui anche Emmanuel Carrère, la regina dei gialli svedese Camilla Lackberg, Roberto Vecchioni e Francesco Guccini.

A parlare del tema centrale, le meraviglie, Philippe Daverio e Vittorio Sgarbi, e anche professori di calibro come Salvatore Settis, Tomaso Montanari, Luciano Canfora. A 750 anni dalla nascita, Dante Alighieri viene celebrato con la presentazione dei volumi della “Commedia” da uno dei massimi dantisti del ‘900, Francesco Mazzoni, e da Marco Santagata con Walter Siti. E’ la Germania il paese ospite d’onore, la cui partecipazione nasce dalla collaborazione tra il Salone del Libro e la più prestigiosa fiera mondiale del settore, la Buchmesse di Francoforte, con 43 case editrici tedesche e 25 autori tra cui lo scrittore di best-seller Sebastian Fitzek. Un implicito riconoscimento dell’autorevolezza raggiunta dal Salone di Torino. Presente il Lazio, come regione ospite, che tra l’altro, presenta due eventi per ricordare Pier Paolo Pasolini a 40 anni dalla sua tragica scomparsa. Nell’arena Piemonte, Lingua Madre, concorso letterario rivolto alle donne straniere o di origine straniera che vivono in Italia, un progetto permanente del Salone, ideato da Daniela Finocchi, al suo decimo compleanno.

Non mancheranno i libri scritti da personaggi del mondo politico, come il romanzo della presidente della Camera Laura Boldrini “Lo sguardo lontano”. E lo spazio all’attualità. Molti i libri sull’Isis e la sua sfida: ne parlano lo storico Franco Cardini con “L’ipocrisia dell’Occidente. Il Califfo, il terrore e la storia”, “Terrore mediatico” di Monica Maggioni e due giornalisti della “Stampa”, Maurizio Molinari e Domenico Quirico.

Il Bookstock Village, nel Padiglione 5, è dedicato ai bambini e giovani, da zero a vent’anni. Tra le molte iniziative anche quattro organizzate da “Senonoraquando” di Torino, “Potere alla parola”, rivolta alle scuole medie e superiori che hanno lavorato su testi letterari per riflettere sul tema della violenza contro le donne, e alle scuole elementari e medie per parlare di parità e rispetto attraverso lavori artistici e video. Dibattito anche sul corretto linguaggio di genere “Donne con la A”; tra le partecipanti la presidente onoraria dell’Accademia della Crusca, Nicoletta Maraschio.

C’è anche il Salone Off diffuso in tutta la città metropolitana, un “Gran Tourino”, incontri con scrittori e artisti in 250 luoghi tra teatri, librerie, ex fabbriche, biblioteche, scuole. Tra gli autori presenti, la disegnatrice satirica tunisina Nadia Khiari.

 


 

Per conoscere il programma dettagliato del Salone internazionale del Libro di Torino:

http://www.salonelibro.it/it/programma.html