“Per il diritto alla fuga e alla vita” | rifugiati, richiedenti asilo, Città dell’Altra Economia, Farzaneh Joorabchi, Sekou Djabate, Dave Bass, Abu Hajar, Tarek Al Safadi, UNHCR.
“Per il diritto alla fuga e alla vita” Stampa
babelmed   

//Secondo Save the Children il numero di minori che attraversano il Mediterraneo da soli per giungere in Italia è in preoccupante aumento. Questo è uno dei disegni realizzati da uno di loro durante un laboratorio di "arte terapia" condotto a Milano durante un progetto nato dalla collaborazione tra il Comune e Casa ElenaSecondo Save the Children il numero di minori che attraversano il Mediterraneo da soli per giungere in Italia è in preoccupante aumento. Questo è uno dei disegni realizzati da uno di loro durante un laboratorio di "arte terapia" condotto a Milano durante un progetto nato dalla collaborazione tra il Comune e Casa ElenaIl diritto di sfuggire alla morte, alla violenza, alla persecuzione o al fatto di essere discriminati per ciò che si è per nascita, convinzioni religiose, culturali o politiche, o per l’appartenenza a un particolare gruppo etnico o a una minoranza è un valore universale, assunto solennemente dalle Nazioni Unite più di sessanta anni fa.

Il 20 giugno in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato


 

Programma

ore 17,00-18,00

Laboratori con Cemea del Mezzogiorno, Ziqqurat, Nuove diversità

ore 18,00-22,00

Presenta Sekou Djabate, Dj di Radio Città Futura

 

Farzaneh Joorabchi  (voce - Iran) e Rashmi V. Bhatt  (percussioni - India) - Un voyage en Orient Silvio Di Francia - Diritti fondamentali Gabinetto del Sindaco Ribka Sibhatu - EritreaTarek Al Safadi - Siria Cir - Rifugiati del Progetto VI.TO  - musica e danza con Steve Emejuru - performance da Nonostante Tutto Francesca Danese, Assessore alle Politiche Sociali e Abitative Medu - Medici per i Diritti Umani - flashmob con gli aquiloni afgani Black Reality - video tutorial per migranti Coro Multietnico Iqbal MasihScuola Pisacane 0 -11Civico ZeroTeatro Studio - performance teatrale da Sabbia Karalò - sfilata di moda africana Termini Underground - performance di break dance Paolo Masini - Assessore Scuola e Sport Eraldo Affinati - Scuola Penny Wirton Centro di Aggregazione Giovanile MaTeMù - performance voci e musiche Coro Multietnico Quintaumentata diretto da Attilio Di Sanza Abu Hajar (Siria) e Dave Bass (Jamaica) - electro rap Nour Eddine (ouetar berbero e voce - Marocco) - da Solo

 

ore 22,00  Dobet Gnahoré  (Costa d’Avorio) in concerto;

 

Hanno aderito all’iniziativa:

A Buon Diritto, Archivio Memorie migranti, Asinitas, Arte Studio Teatri, ARCI Roma e Lazio, Babelmed, Barikamà, Bene Rwanda Onlus, Binario 15,  CESV, CIES – Matemù, CIR-Consiglio Italiano Rifugiati, Cemea del Mezzogiorno, Centro Astalli, Coro Afrique, Cooperativa Mediterraneo, Coro bambini Iqbal Masih, Coro Multietnico di Attilio Di Sanza, Fattorie Migranti, ForumSAD, Karalò, LasciateCIEntrare, Liberi Nantes,  Medu-Medici per i Diritti Umani, Mosaico di Culture, Nuove Diversità, Piccola Orchestra Torpignattara, Pisacane 0-11, Refugee Scart, Rete Scuole Migranti, Scuola Penny Wirton, SPES, Sport Senza Frontiere, Termini Underground, UNHCR, Ziqqurat.

 

L’evento è promosso da:

Roma Capitale,

Assessorato alla Cultura e Turismo

Assessorato alle Politiche sociali e abitative

Assessorato Scuola e Sport

Istituzione Biblioteche di Roma/Roma multietnica

CAE - Città dell’Altra Economia

Comitato per un Centro Interculturale a Roma

UNHCR