Parlami delle cose belle | CASETTA ROSSA, Christian Raimo, TETES DE BOIS, Garbatella, Istituto Luce-Cinecittà
Parlami delle cose belle Stampa
babelmed   

Parlami delle cose belle | CASETTA ROSSA, Christian Raimo, TETES DE BOIS, Garbatella, Istituto Luce-CinecittàChristian Raimo presenta "PARLAMI DELLE COSE BELLE " sabato 10 alla Casetta Rossa con I TETES DE BOIS che interpreteranno alcuni brani in napoletano della colonna sonora di Agostino Ferrente e Giovanni Piperno il film dal vero italiano più premiato del 2014.

Il libro a cura di Christian Raimo che verrà presentato in anteprima da alcuni degli autori e dai registi del film sabato 10 dicembre ore 20.45 al Centro Culturale CASETTA ROSSA di Roma
via Giovanni Battista Magnaghi 14, Garbatella – 00154 Roma
http://casettarossa.org/

 

Nell'ambito di LONGFORM rassegna di PIU' LIBRI PIU' LIBERI, che coinvolgerà oltre l'orario del Palazzo dei Congressi le librerie indipendenti e le biblioteche diffuse per la città.

 

 

Parlami delle cose belle | CASETTA ROSSA, Christian Raimo, TETES DE BOIS, Garbatella, Istituto Luce-CinecittàPer l'occasione i

TETES DE BOIS

Andrea Satta - Voce
Angelo Pelini - Piano
Carlo Amato - Contrabbasso
Luca De Carlo - Tromba

con la partecipazione di
Marco Vidino - Mandolino

eseguiranno dei brani tratti dalla colonna sonora del film, con Andrea Satta, che per la prima volta si confronterà con i capolavori della musica napoletana.


Il LIBRO, PARLAMI DELLE COSE BELLE. Storie di fiori tra le rovine di 150 pagine con foto a colori, sarà incluso in un cofanetto di cui vi daremo presto ulteriori dettagli, che verrà presto distribuito dall’Istituto Luce-Cinecittà, insieme a
 
2 DVD - con i film LE COSE BELLE (nella versione "Director's cut" del 2016 di 94’ con scene inedite) e INTERVISTA A MIA MADRE (il "prequel" del 1999 di 52') + contenuti extra

1 CD GUAGLIONE con 10 interpretazioni inedite di Enzo, il bambino cantante co-protagonista dei film.

Seguirà il
BUFFET
con le delizie fatte in casa

Ingresso libero fino ad esaurimento posti (max 60)


Ufficio stampa  Studio Morabito

tel: 06 57300825

info@mimmomorabito.it

DeriveApprodi è una casa editrice indipendente

www.deriveapprodi.org/ 

 


Parlami delle cose belle | CASETTA ROSSA, Christian Raimo, TETES DE BOIS, Garbatella, Istituto Luce-Cinecittà 

CASETTA ROSSA

La casetta è uno spazio gestito da un collettivo che vi organizza eventi di tipo culturale -ha recentemente fondato, insieme allo scrittore Erri de Luca e a Paco Ignacio Taibo le "Brigate per leggere in libertà"- ospita presentazioni di libri, ha un nutrito gruppo di lettura "Cavallo pazzo Legge" organizza  proiezioni di film e documentari, conversazioni in lingua, attività nel sociale (offre lo spazio alle associazioni o agli abitanti del quartiere, ospita uno sportello legale, promuove attività di sostegno all'ex centro Baobab, ripetizioni per ragazzi, offre tirocini lavorativi per rifugiati politici, ecc) organizza inoltre attività per bambini (laboratori, gruppo di lettura, escursioni, centri estivi)  corsi (redflex, laboratorio di panificazione naturale ecc.) escursioni e trekking urbano (nel 2014 è nata in seno a casetta rossa l'APE - associazione proletari escursionisti), attività di riqualificazione del verde urbano (con il gruppo casetta Verde) ospita uno dei gruppi d'acquisto più grandi di Roma, un forno popolare dove gli abitanti del quartiere vengono a cuocere le proprie pietanze. Oltre ad essere un punto ristoro e un punto di riferimento politico (ha epresso a tutte le elezioni municipali un proprio candidato) si occupa della manutenzione e gestione del parco pubbblico "Cavallo Pazzo" (per approfondimenti potete dare un'occhiata al sito www.casettarossa.org)

Qui arriva la nota dolente: lo spazio è affidato con regolare convenzione fino al 2023, ma in seguito al cambio della giunta (il Presidente attuale è Paolo Pace - movimento 5 stelle) le richieste da parte dell'amministrazione si sono fatte sempre più tecniche e sempre più pressanti a fronte del fatto che noi gestiamo il parco INTERAMENTE a nostre spese. Ci viene negata la somministrazione (che serve appunto per sostenere economicamente il posto) ci viene perfino negata la proroga per completare i lavori nel parco che ci eravamo impegnati a fare entro i primi tre anni (ottobre 2016).

Con una serie di promesse ("troveremo un modo per farvi ottenere la somministrazione", "approveremo in consiglio un ordine del giorno a favore dell'esperienza Casetta Rossa) è andato avanti il rapporto tra noi e la Presidenza finchè non abbiamo deciso di occupare il consiglio il giorno in cui si sarebbe dovuta approvare la mozione a favore di casetta rossa, ma  i consiglieri pentastellati hanno fatto cadere il numero legale. In seguito a questo abbiamo concordato un "sopralluogo" tecnico insieme a loro periti e ai nostri per vedere se ci sono i margini per concederci una proroga. Ieri ci è arrivata la risposta del sopralluogo in cui si aspettano da noi di completare altri lavori nel parco per decidere (che ovviamente hanno dei costi che non possiamo sostenere).

In sostanza, abbiamo il forte sospetto che vogliano revocarci la convenzione (dopo 15 anni che tra varie peripezie siamo li e dopo aver vinto UN BANDO PUBBLICO MUNICIPALE al quale non aveva partecipato nessuno tanto era sconveniente economicamente) e indire un nuovo bando pubblico per l'assegnazione.