Salento in Dub

 

Salento in DubÈ in distribuzione SALENTO IN DUB, nuovo progetto musicale degli Insintesi, prodotto da Anima Mundi - Otranto. Insintesi (Alessandro Lorusso e Francesco Andriani de Vito) sono un duo di dj/musicisti leccesi attivi da oltre un decennio in ambito di produzioni legate al mix tra musica elettronica e musica etnica. Dopo “Subterranea” (Altipiani, 2007) e una serie di collaborazioni e remix anche internazionali, in “Salento in dub” fanno i conti con le proprie origini, con la tradizione e la scena musicale della propria terra.

Un lavoro dedicato al Salento e alla musica che qui si produce rivisitata in chiave dub. Il cd ospita, infatti, molti artisti, musicisti, cantanti tra i più importanti della scena reggae, popolare ed etnica, che hanno prestato le loro canzoni o le loro voci per nuovi brani. Trait d’union di questi incontri è il dub che armonizza canti di tradizione e nuove liriche in un avvolgente suono globale.

Dodici tracce che coinvolgono il suono mediterraneo della Salentorkestra (“Centeuna”), la musica tradizionale riproposta da Raffaella Aprile (“Fei?”), Alessia Tondo (“Pizzica di Aradeo”), Anna Cinzia Villani (“Mamma la luna”) e Nidi d’Arac ! (“Nazzu Nazzu”), il reggae e dintorni rappresentati da Apr! és la C lasse, che incontrano Terron Fabio (“Marie”), Sud Sound System (“Lu Salentu Brucia”), Treble (“Il sutra del cuore pt.1”), i ritmi balcanici degli Opa Cupa (“Sotu e Sotu”). La tracklist è completata da "Alla ricerca di te", interpretata da Papa Gianni, e la dub version del brano stesso "Alla ricerca del dub".

Tra gli ospiti anche I-dren Marco dei Black star line (dub siren), MissMykela (cori), Andrea Presa dei Transalento (mantra), Gianluca Milanese (flauto traverso).
"È stato un incontro molto interessante e proficuo con alcuni dei migliori artisti presenti oggi nel Salento”, sottolinea Francesco Andriani de Vito. “Dalla musica popolare al reggae abbiamo creato un campo unificato, abbiamo cercato di dare un amalgama agli aspetti differenti della musica, cercando di mettere in risalto le caratteristiche presenti in entrambi i generi. Dodici tracce pescate tra i progetti che a noi piacciono in modo particolare. Un’operazione che in Giamaica si faceva già negli anni ’70, ma che noi abbiamo cercato di riproporre per composizioni più vicine alla musica popolare o al reggae salentino. In futuro ci piacerebbe sperimentare nuova musica popolare proveniente dal resto del mondo”.

Insintesi nasce nel 1998 a Lecce (Salento) dall'incontro di esperienze musicali ed artistiche differenti unite da un unico comune denominatore: l'amore per la musica dub, raggae, jungle. La loro musica fonde le sonorità urbane del dub con le melodie del ragga salentino e della musica etnica mediterranea. Durante le loro performance i dj vengono accompagnati da mc e vocalist, dando vita ad un live interattivo composto principalmente da bassi profondi e metriche reggae. Nel 2003 collaborano alla produzione dell'album "Jentu" dei Nidi d'Arac, edito dall'etichetta V2, e nel 2004 partecipano all'unica compilation legata alla drum'n'bass made in Italy "Italian Bassline vol.2", con un loro brano edito da Afun Records. Nel 2007 esce il loro primo album "Subterranea", prodotto da Altipiani/Edel, un mix! di dub, elettronica, etnica e ragga che vede la partecipazione di alcuni dei più rappresentativi cantanti del circuito salentino. Dopo aver realizzato una serie di remix per svariati producer del circuito dub, elettronico ed house pubblicano “Salento in dub”.

 


(22/01/2010)

 

 

 

 

 

 

 

Related Posts

Ibn Khaldûn e Machiavelli

12/05/2009

Ibn Khaldûn e MachiavelliA Roma il convegno “Europa, Mondo musulmano: lezioni per il XXI secolo”, il 18/19 maggio presso Villa Medici, propone un’analisi comparata delle opere di Ibn Khaldûn e Machiavelli.

Rogo Rom a Roma

11/05/2017

Centocelle-110Regolamento di conti o violenza xenofoba? La domanda è aperta. Certo è che l’incendio che ha distrutto il camper in cui dormiva una famiglia Rom, genitori e 11 figli, nel parcheggio del centro commerciale Primavera a Centocelle, popoloso quartiere romano, è stato doloso. Le telecamere di sicurezza hanno inquadrato un uomo che lancia una bottiglia incendiaria contro il veicolo. Così nella notte tra il 9 e il 10 maggio hanno perso la vita una ragazza di 20 anni e due bimbe di 8 e 4 anni, Francesca, Angelica e Elisabeth Halinovic.