MedFilm Festival 2009

MedFilm Festival 2009Dal 7 al 15 novembre si terrà a Roma la XV edizione del MedFilm Festival con 132 film, 24 anteprime nazionali, 72 ospiti internazionali e 4 eventi speciali, per un totale di 36 paesi coinvolti.

L’importanza del riconoscimento e della salvaguardia della diversità culturale come elemento di arricchimento reciproco è il principale motivo ispiratore della manifestazione sin dai suoi albori.
Le cinematografie dei paesi mediterranei, il mezzo attraverso cui veicolare questo messaggio di dialogo e reciproco riconoscimento.

Il Festival quest’anno rende omaggio a Francia e Marocco, “Paesi Ospiti d’Onore”, esempio di dialogo e concreta cooperazione nel contesto euromediterraneo. Alle filmografie dei due paesi sono dedicate speciali rassegne: “Elogio dell’erranza”, una panoramica sulle produzioni marocchine contemporanee, e “Le Regard des Autres”, appuntamento con il cinema francese giunto ormai alla sua quinta edizione.

I film, lungometraggi, cortometraggi e documentari, molti dei quali presentati in anteprima nazionale, saranno presentati all’interno di cinque sezioni. Il Concorso Ufficiale assegnerà al miglior film il Premio Amore e Psiche, selezionandolo tra le 11 opere proposte da grandi autori e giovani talenti.

Dall’Iraq ai Balcani, dalla Turchia al Libano, i film in gara per il concorso Eurimages affrontano il difficile tema della guerra e della vita trascorsa tra le macerie di conflitti, passati o presenti. Gli autori emergenti del cinema nostrano concorreranno nell’ambito del concorso nazionale “Premio Italia nel Cinema”, per un totale di 5 lungometraggi. Al tema “Frontiere, confini” sarà ispirato il concorso internazionale di documentari “Open Eyes”, a cura di Angelo Loy, che si avvarrà di una giuria internazionale composta da documentaristi ed esperti del settore.

Il premio Methexis per il miglior cortometraggio vedrà concorrere opere provenienti da paesi europei e delle sponde sud del Mediterraneo. Anche quest’anno, a designare il vincitore sarà una giuria composta da giovani studenti delle scuole nazionali di cinema della regione mediterranea e dai detenuti del carcere di Rebibbia, a Roma, aderenti al progetto.

Tra gli eventi speciali in programma quest’anno: l’assegnazione del Premio Koinè, I edizione, allo scrittore marocchino Tahar Ben Jelloun in occasione della cerimonia d’apertura e la mostra d’arte contemporanea “Sema Soma, sguardo sull’arte del Marocco anni ’60 e ‘70”, al Teatro dei Dioscuri dall’8 novembre.

“Le grand voyage” (“Il grande viaggio”), di Ismael Ferrouki, (Francia/Marocco, 2004, 102’), vincitore del Leone del Futuro alla 61esima Mostra Internazionale del Cinema Venezia, aprirà la rassegna sabato 7 novembre alle ore 20,30 presso l’Auditorium della Conciliazione.

L’11 e il 12 novembre il MedFilm Festival ospiterà la II edizione degli “Incontri Professionali del Cinema Euromediterraneo”, finalizzati allo sviluppo di rapporti commerciali, collaborazioni, scambi e co-produzioni tra professionisti del settore audiovisivo dell’area mediterranea.

I luoghi del Festival
Auditorium Conciliazione / 7 e 14 novembre;
Palazzo delle Esposizioni / 8-13 novembre;
Nuovo Cinema Aquila / 8-15 novembre;
Villa Medici / 8-15 novembre;

Per maggiori informazioni e per consultare il programma completo della rassegna:
www.medfilmfestival.org


Federica Araco
29/10/2009


Related Posts

Fermare la strage. Subito!

21/04/2015

fermate1 110Oggi 21 aprile 2015
Mobilitazione nazionale in tutta Italia

A Roma appuntamento a partire dalle 14,30 davanti a Montecitorio

In una settimana più di mille morti in due stragi annunciate.
Stragi che hanno responsabilità precise: le scelte politiche e le leggi dei governi dell’UE (compreso quello italiano) che consegnano le persone in cerca di protezione nelle mani dei mercanti di morte.

Il mare ci vince

05/05/2016

federici-110Laura Federici presenta una serie di nuove opere caratterizzate da linguaggi diversi - grandi tavole a olio, video, interventi pittorici su fotografia – accomunate tuttavia da pochi, eletti soggetti, collegati da un fil rouge che si snoda intorno ai temi del tempo, del movimento, della memoria.

Festival musicale del Mediterraneo al femminile

27/08/2014

donne mk 110A Genova dal 5 al 14 settembre la rassegna 2014, intitolata “Delle donne il suono”, ha come tema centrale il ruolo delle donne nella musica, con esibizioni di oltre 30 artiste da 14 Paesi del mondo. In programma, in 9 prestigiose location genovesi, 10 giorni di concerti.