DAR MED

DAR MED“Dialogo tra i Media del Mediterraneo contro i fenomeni di radicalizzazione” : è il tema del convegno internazionale che l’ Istituto Paralleli organizza il 3 dicembre a Torino, a partire dalle ore 9,30, presso il Museo della Radio e Televisione, nella sede Rai di via Verdi 16. E’ un appuntamento pubblico a conclusione del progetto europeo Dar Med che nel corso del 2008 ha coinvolto dodici giornalisti dell’area del Mediterraneo e ricercatori. (Il programma della giornata in allegato).

Guerriglia urbana, crisi identitarie, esclusione e marginalizzazione… in Europa e nel Mediterraneo , forme profonde di malessere hanno prodotto sia sulla sponda nord che sulla sponda sud, fenomeni di radicalizzazione, spesso strumentalizzati dai mass media attraverso semplificazioni, distorsioni, occultamenti della realtà. Come superare queste rappresentazioni per capire questi fenomeni? E quali sono le esperienze concrete di dialogo interculturale per contrastare la radicalizzazione?

Il convegno sarà l’occasione per ascoltare le risposte dei giornalisti attraverso l’esito delle loro inchieste con cui hanno indagato il fenomeno nelle sue varie sfaccettature e realtà. Donatella Della Ratta , giornalista esperta dei media nelle società arabe e coordinatrice della ricerca DarMed riferirà sulle piattaforme web, blog e i nuovi strumenti per capire le società dell’area euro-mediterranea.

Nel pomeriggio, alle 14,45 si terrà la tavola rotonda dal titolo “Prevenire la radicalizzazione: media, esperti, opinione pubblica e scelte politiche nelle due sponde del Mediterraneo” , a cui interverranno giornalisti, magistrati e docenti universitari.

“Dar” nella lingua araba significa “casa”, ma DAR è anche l’acronimo di “Dialogue Against Radicalization”. MED si riferisce sia al MEDiterraneo che ai MEDia. Queste due parole racchiudono obiettivi, contenuti e approccio di un progetto europeo coordinato da Cospe ( www.cospe.org ) in partenariato con Paralleli -Istituto Euromediterraneo del Nord-Ovest ( www.paralleli.org ), Babelmed ( www.babelmed.net ), On Line/More Colour in the Media ( www.olmcm.org ). Promovendo il dialogo interculturale tra operatori dei media, il progetto DAR MED si è proposto dunque di contrastare alcuni dei fattori di radicalizzazione nello spazio euro-mediterraneo.

Il progetto ha mirato a incoraggiare lo scambio e la diffusione delle buone pratiche, delle risorse e delle competenze attraverso il dialogo interculturale tra gli operatori dei media dell’area mediterranea. Attività di ricerca, scambi professionali, co-produzioni giornalistiche, seminari hanno coinvolto direttamente operatori dei media con differenti retroterra culturali, geografici e professionali.

(26/11/2008)
Per informazioni: tel. 011 5229810-31

Related Posts

8° Festival della letteratura mediterranea. Lucera (Foggia)

23/08/2010

Dal 16 al 19 settembre 2010, Lucera.

Io, gli altri - XXII Fiera internazionale del Libro

13/05/2009

Io,  gli altri    -     XXII Fiera internazionale del Libro14-18 maggio 2009 - Cinque giorni al Lingotto di Torino: incontri e lezioni di grandi autori dal mondo. l’Egitto è il Paese ospite d’onore. Al Nobel Naguib Mahfouz, si dedicherà un reading. Presenti anche gli scrittori palestinesi tra cui Ibrahim Nasrallah, e Sayed Kashua.

Cpt, il buco nero della legge e del diritto

10/09/2008

Cpt,  il buco nero della legge e del dirittoCondizioni di vita che, secondo il rapporto di Medici senza frontiere fanno sì che nei centri il numero di gesti di autolesionismo sia paragonabile a quello delle carceri, e che incentivano gli atti di teppismo e vandalismo.*