Mediterraneo: ritratto di una generazione

Mediterraneo: ritratto di una generazione “Ritratto d’una generazione” inaugura un ampio ciclo di inchieste sui “giovani mediterranei” che Babelmed e i suoi media partner pubblicheranno nel corso del 2010. L'obiettivo è comprendere meglio i giovani di 11 Paesi: Algeria, Egitto, Francia, Italia, Libano, Malta, Marocco, Palestina, Spagna, Tunisia e Turchia.

Questa prima tappa, ci farà incontrare giovani libanesi, tunisini e italiani per scoprire le loro realtà. Condizioni a volte diverse, contrastanti, talvolta così vicine. Non hanno inquietudini e speranze molto simili tra loro?

Seguiranno altri tre cicli d’inchieste dedicati alle seguenti tematiche:

«I giovani davanti al proprio futuro. Immigrazione: una nuova “guerra”?»
Questa inchiesta affronterà le diverse realtà migratorie nel Mediterraneo. Saranno approfonditi il coinvolgimento delle donne nelle migrazioni (legali e clandestine) e le politiche attuate dai rispettivi Paesi e dall’Unione europea.

«I giovani davanti al proprio futuro. Aver vent’anni tra le macerie»
Questo tema sarà l’occasione per conoscere la gioventù di tre Paesi – Algeria, Libano e Palestina – che hanno recentemente conosciuto la guerra o situazioni di conflitto particolarmente violente. Quali vissuti, quali percezioni delle guerra e della pace portano dentro di sé?

«Diversità e metissage culturale nel contesto urbano»
Si tratterà di dare visibilità alle espressioni artistiche e alle creazioni legate alle migrazioni. Sarà tracciata una mappa delle realtà culturali delle grandi città mediterranee, valorizzando la ricchezza apportata dai migranti.



Mediterraneo: ritratto di una generazione Mediterraneo: ritratto di una generazione Questo progetto editoriale è sostenuto dalla Fondation Anna Lindh e dalla Fondation René Seydoux .



Nathalie Galesne
febbraio 2010

Related Posts

Medit - "Libertà di ..."

03/11/2014

medit bab dossier 110Libertà di movimento.

Libertà di stampa e di opinione. Cos'è cambiato nei paesi della "Primavera araba".

Libertà di associazione.

Le città di Arco Latino

23/06/2010

Le città di Arco LatinoTorino, Montpellier, Maiorca, Nuoro. Nelle 4 città si sono svolte inchieste giornalistiche per indagare e capire se queste realtà urbane rappresentano nuovi modelli di convivenza, luoghi di sfide e opportunità per differenti culture e identità.

Dossier - "Racconti..."

03/03/2015

alate 110I racconti del lavoro invisibile è un opera-progetto di contaminazione tra diverse discipline artistiche che intende esplorare in chiave crossmediale le trasformazioni del lavoro contemporaneo a partire dalle donne, dalla natura gratuita, flessibile, affettiva e relazionale del loro operare: dimensioni di cura trasformate in pratiche produttive che hanno riformulato l’intera struttura del mondo del lavoro, coinvolgendo allo stesso tempo donne e uomini.