Novelle marocchine

  Con un tratto di piuma (D’un trait de plume)
Una nuova generazione di scrittrici si rivolge al genere letterario della novella per evocare preoccupazioni, speranze, suggestioni sul proprio paese, il Marocco.
  Khadija Younsi, «Rosa, Apriti!»
Quando il medico è venuto a visitarmi la mattina e mi ha auscultata di nuovo, ha confermato la mia buona salute spiegandomi che il mio corpo, questa piccola gemma, cominciava a sbocciare.
  Latina Baqa, «La camera accanto»
Ha aperto l’armadio e ha tirato fuori un flacone di profumo di grandi dimensioni, il genere che si trova nei mercati di contrabbando…E ha cominciato a spruzzarlo sui miei vestiti e sui capelli.
  Latifa Labsir, «Mennana»
Ogni cosa contribuiva alla felicità della nostra infanzia, felicità che prendevamo in prestito, io e mia sorella, dalla gioia di Mennana…
  Aïcha Bourjila, «Il cavallo di campagna»
Si morde le mani dalla rabbia. Sono due ore che si strofina gli occhi e che scrocchia le dita…
  Zagara Ramij, «Storia di un funzionario modello»
Grazie ad una forte dose di caffeina nel mio caffè preferito – il Robusto – e al catrame della sigaretta, combatto le folli allucinazioni che mi sorprendono di tanto in tanto.
Kenza Sefrioui
Traduzione dal francese di Matteo Mancini
(09/04/2009)

Related Posts

Addio a Fatema Mernissi, femminista islamica

04/12/2015

mernissi stef 110Morta a 75 anni a Rabat, dove ha insegnato per molti anni, la scrittrice e sociologa marocchina è stata una intellettuale lucida e brillante, impegnata a rinnovare da una prospettiva laica la cultura arabo-islamica, e nella liberazione delle donne anche attraverso i suoi numerosi libri. Ha demistificato l’immaginario occidentale sull’Islam e il mondo arabo, convinta che sia sbagliata l’idea secondo cui Islam e democrazia sono incompatibili.

Moderne utopie

26/06/2013

Jocelyne Laâbi raconte l’aventure très actuelle d’un ancien mouvement égalitariste.

La libraia nomade di Marrakesh

19/02/2013

jamila_110bisJamila Hassoune racconta in un libro la sua incredibile avventura: con la sua Carovana ha portato libri, storie, autori in giro per i villaggi del Nord Atlante e del Sud del Marocco. A Torino ha inaugurato la rassegna “Narrazioni di donne” sulle scrittrici fondamentali nella letteratura dal ‘900 ai giorni nostri.