Quarta edizione dello Spring Festival, Il Cairo

Quarta edizione dello Spring Festival, Il Cairo La quarta edizione dello Spring Festival , organizzato da Culture Resource in collaborazione con l’Associazione Shams, avrà luogo simultaneamente a Il Cairo, Alessandria e Beirut dal 6 al 22 maggio 2010 . Il festival accoglierà un numeroso gruppo di artisti di 15 diversi paesi che presenteranno i loro lavori per la prima volta.

Il concerto di apertura si terrà il 6 maggio al Prince Taz Palace, a Il Cairo (ore 20,00), e ospiterà due musicisti provenienti dall’Asia centrale: Nodira Primatova, dall’Uzbekistan, e Homayoun Sakhi, dall’Afghanistan.

Il programma prevede anche la partecipazione di Omar Sosa – Cuba/Spagna, Iva Bittová – Repubblica Ceca, Anwar Abudragh – Iraq, Ras Nas band – Tanzania/Norvegia, Baraná – Turchia/Paesi Bassi e il poeta dub e musicista Benjamin Zephaniah.

Sono previsti numerosi spettacoli teatrali, come City of Mirrors (La città degli specchi) del regista libanese Roger Assaf. Il lavoro si ispira ai quadri dell’artista Paul Giragosian (1926 – 1993) e su alcuni documenti di Gerusalemme prima del 1948. Ziya Azazi, famoso danzatore e coreografo turco, presenterà uno spettacolo di arte contemporanea: Dervish in Cairo and Beirut (Dervisci a Il Cairo e Beirut).

Il festival si concluderà con un concerto del noto cantante sudafricano Thandiswa, sabato 22 maggio presso il teatro El Genaina, El Azhar Park, Il Cairo (ore 20,00).

La programmazione di Beirut include spettacoli teatrali come The two Immigrants (I due immigrati) diretto dal siriano Samer Omran, The Last Tape (L’ultimo nastro) di Ossama Ghanam, sempre dalla Siria, e The Final Hour (L’ultima ora) del regista tunisino Ezzedine Ganoun oltre allo spettacolo con le marionette Earth and the Seasons (Terra e stagioni) di Zahra Sabry, dall’Iran.

Gli appuntamenti del festival si svolgeranno in diversi luoghi a Il Cairo e ad Alessandria, tra cui il teatro El Genaina, l’Amir Taz Palace, El Sama’ Khana, il teatro Rawabet, la Biblioteca Alessandrina e il Centro di studi dei gesuiti di Alessandria (Garage Theatre), mentre tutti gli eventi in programma a Beirut si terranno al teatro Sunflower.

L’edizione di quest’anno dello Spring Festival include un programma alternativo, intitolato Tomorrow (Domani), che si svolgerà all’albergo Le Vinois e al teatro Rawabet, a Down Town (Il Cairo). Questa sezione include spettacoli teatrali, mostre d’arte, letture di opere letterarie e proiezioni di film selezionati tra un folto gruppo di artisti arabi che hanno ricevuto finanziamenti per le loro produzioni dalla Culture Resource

Per ulteriori informazioni:
+20 (0) 23625057
s.said@mawred.org
www.mawred.org



Related Posts

Festival di Tiro

09/07/2009

Festival di TiroLibano, gli artisti cinesi disabili aprono il Festival di danza, musica e poesia. Prima serata della rassegna nell’ippodromo romano di Tiro, che riapre nella città duramente colpita dalla guerra del 2006. La cooperazione italiana finanzierà la costruzione di un museo archeologico

Quando parlano i giovani…

11/03/2010

Quando parlano i giovani…Amalgama di culture e mentalità, la gioventù del Paese dei Cedri si distingue per la sua diversità confessionale ma anche sociale e geografica.

Quei coffee shop che uniscono Beirut

27/11/2008

Quei coffee shop che uniscono BeirutL’unico simbolo dell’unità di Beirut, l’unico elemento che tiene insieme Sasin Square e Al-Hambra sono i coffee shop Starbuck’s e Costa che hanno sedi in entrambi i luoghi e servono entrambi i versanti con la medesima attenzione ai dettagli e la stessa professionalità.