Sulle strade del desiderio

Sulle strade del desiderio Quando una compagnia di teatro parte…
Quello che accade in un teatro vivente è l’incontro tra donne e uomini. Perché quello che accade in un teatro è la vita. Questo strano percorso ci porta oggi ad incontrare la Palestina. la terra da cui viene Gesù Cristo, il luogo dove un’ingiustizia assoluta ha luogo da più di sessant’anni.
Sulle strade del desiderio I "passages" di Amman
Siamo venuti nel suq di Amman per farci incantare dalla vita, dalle urla dei venditori. Senza esotismo, se è possibile. Senza orientalismo, se ne siamo capaci.
 
Sulle strade del desiderio Parlo
Parlo e mi chiedo qual è lo spazio del desiderio. Una società laica e aperta, colta e curiosa, che si trova spinta nell’assoluta assenza di giustizia e speranza. una società che si ripiega nella deriva devozionale.
 
Sulle strade del desiderio Gerusalemme, la città sacra
Molti si chiesero come fu possibile non accorgersi di ciò che stava accadendo nei lager. Noi oggi, piccole donne e piccoli uomini di un piccolo teatro di provincia, ci chiediamo come sia possibile tacere di questo crimine assoluto che distrugge la vita di migliaia di persone.

Related Posts

Progetto Host (Hospitality, Otherness, Society, Theatre)

26/11/2012

host_salento_110Salento-Spagna-Grecia. Il progetto Host convca il teatra e la ricerca sociologica per dire L’emigrazione di ieri e di oggi nelle parole dei migranti con gli occhi del teatro.

On web la prima rock band al femminile del regno wahabita

16/12/2008

On web la prima rock band al femminile del regno wahabita Le Accolade di Gedda al loro primo single “Pinocchio” dedicato a un amore bugiardo. Un brano in inglese piacevole e orecchiabile: la loro attività, così come i loro volti sono avvolti da un alone di segretezza.

Migrando verso il teatro: Isola Quassùd Liquid Company

19/10/2014

quassud 110Nata all’indomani della tragedia di Lampedusa del 3 ottobre 2013, l’associazione Isola Quassùd Liquid Company di Catania accoglie giovani immigrati/e, ragazzi che hanno attraversato il Mediterraneo sui famigerati “barconi”, insieme a giovani italiani/e, in un fecondo incontro tra culture. Un progetto di integrazione in movimento.