«Tutti in scena», Marocco

 

«Tutti in scena», Marocco
La «Fondation des Arts Vivants» (Fondazione delle arti viventi) propone un bando per la formazioni di animatori di teatro per bambini e adolescenti nella zona di Sidi Bernoussi. Questo bando inaugura il lancio del progetto della Fondazione «TOUS EN SCÈNE», «Tutti in scena », per lo sviluppo dell’educazione culturale e artistica nei quartieri disagiati della città di Casablanca , cofinanziato dall’Unione Europea nel quadro delle attività culturali locali in Marocco.

La formazione prevista da “Tutti in scena” fornirà agli animatori selezionati dal bando adeguati strumenti pedagogici e rafforzerà le loro competenze in materia di animazione culturale e di teatro. In particolare intende “sensibilizzare sull’importanza dell’educazione artistica e culturale come fattore di sviluppo e di scambi interculturali”.

«Tutti in scena » che ha per obiettivo di creare atelier di teatro permanenti all’interno delle associazioni di quartiere, si svolgerà da gennaio a dicembre 2010 e si concluderà con uno spettacolo finale. Il progetto mira inoltre ad “incoraggiare i giovani a far esperienza e coinvolgersi in attività artistiche al fine di agevolare la loro integrazione socioculturale”.

«Tutti in scena» , si svolge in partenariato con la città di Casablanca, la direzione regionale del Ministero della Cultura a Casablanca, il Théâtre de la Mer a Marsiglia e il collegio Saint-Exupéry de Lille (Francia). È inoltre in associazione con la prefettura del quartiere di Sidi Bernoussi e il Complesso culturale Hassan Skalli.

"Ensemble, le meilleur est possible" ( «Insieme, si può fare di meglio» )

Le persone interessate troveranno e potranno scaricare i documenti necessari sul sito della Fondazione delle arti viventi: www.fondationdesartsvivants.ma .

Per ulteriori informazioni :
Fondations des Arts Vivants
Complexe culturel d’Anfa.
0522 39 16 17 0522 39 16 17 / Fax : 0522 36 76 41
Mail : fonarvi@gmail.com / tousenscene.fav@gmail.com
www.fondationdesartsvivants.com

 


Federica Araco
(30/12/2009)

Related Posts

Minacce di morte a giornalista marocchina e al marito

24/02/2015

zineb 110Perseguitati con minacce di morte via twitter Zineb El Rhazoui, che collabora con Charlie Hebdo e il marito, lo scrittore Jaouad Benaissi. Lo denunciano i due sindacati nazionali dei giornalisti, Snj (francese) e Snpm (marocchino): è la medesima barbarie perpetrata contro Charlie Hebdo e contro la libertà di stampa, il libero pensiero e la critica.

Radicalizzazione Sud-Sud, lo stato marocchino è razzista?

11/09/2008

Radicalizzazione Sud-Sud,  lo stato marocchino è razzista?Per le migliaia di Subsahariani che arrivano in Marocco oltre da frontiera algerina, il regno non è che una stazione di transito prima di raggiungere l'Europa, ultima tappa di un viaggio pericoloso. Un transito che rischia sempre più di avere l'aspetto di un capolinea.*

Mostra di fumetto marocchino a Tétouan

17/11/2009

Mostra di fumetto marocchino a Tétouan Concorso per fumettisti: il sesto Festival Internazionale del fumetto di Tétouan dedicherà una mostra al fumetto marocchino, nel senso più vasto. 28 e 29 maggio 2010.