XXXI edizione del CineMed Festival

 

 

XXXI edizione del CineMed FestivalIl Festival internazionale di cinema mediterraneo (Festival International du Cinéma Méditerranéen) fu fondato nel 1979 dal Ciné-club Jean-Vigo, un cine club di Montpellier attivo dalla metà degli anni Cinquanta. Chiamato inizialmente “Rencontres avec le cinéma méditerranéen” (“Incontri con il cinema mediterraneo”), l’evento divenne 'Festival International du Cinéma Méditerranéen de Montpellier' nel 1989. Dal 1991, il Festival ha iniziato a conferire premi ai registi che presentano un progetto cinematografico.

L’edizione di quest’anno avrà luogo dal 23 ottobre al primo novembre in diverse sedi nella città di Montpellier nel sud della Francia. Saranno presentati 239 film (lungometraggi, cortometraggi, documentari, film d’animazione e sperimentali) provenienti da diversi paesi del Mediterraneo.

Il festival avrà inizio venerdì 23 ottobre presso Opera Berlioz con il film di Alejandro Amenabar “Agora”, in presenza dell’attore.

 

 



In programma:
"Tributi e retrospettive"
Italia: cinema e politica italiana, retrospettiva Elio Petri
Spagna: film horror e fantasy, la nuova generazione.
Turchia: la rinascita del cinema turco.
Mediterraneo: cinema e diversità culturale.
Una notte all’inferno con Alex de la Iglesia
Video Art sperimentale
Film d’animazione

"Incontri professionali”
Conferenza stampa e Internet, critica cinematografica e blog
Conferenza su 'Fare film nella Regione: quale impatto sui Territori?'
Scrittura: “Sceneggiatura e sviluppo”.

 

 



Per maggiori informazioni:
78, avenue du Pirée, 34000 Montpellier
Tel. : +33 4 99 13 73 73
Fax : +33 4 99 13 73 74

info@cinemed.tm.fr
www.cinemed.tm.fr

 

 

 


 

Federica Araco
(20/10/2009)

 

 

 

Related Posts

Maghreb des films 2009

08/10/2009

Maghreb des films 2009Dopo la prima parte organizzata nel mese di febbraio 2009, la seconda sezione di Maghreb des films 2009 si terrà dal 7 al 20 ottobre.

Rom: l’ingranaggio infernale delle espulsioni

09/09/2015

ingragg 11027 agosto 2015: «Buongiorno amici, ho giusto il tempo di scrivervi queste parole per chiedere aiuto a chi può venire da noi. In modo completamente illegale, più di cento militari ci stanno per buttare in mezzo alla strada. Chi di voi può venga, almeno per essere dalla nostra parte in questo momento di immenso pericolo, e protestare. Non siamo degli animali!».

Lettera a D.

18/08/2008

Lettera a D.