Pitigliani Kolno’a Festival 2009

 

Pitigliani Kolno’a Festival 2009Dal 14 al 18 novembre alla Casa del Cinema di Roma si terrà la settima edizione del Pitigliani Kolno’a Festival, la rassegna di cinema ebraico ed israeliano. Diretto dal critico cinematografico italo-israeliano Dan Muggia e dalla giornalista Ariela Piattelli, il festival è organizzato dal Centro Ebraico Italiano "Il Pitigliani" in collaborazione con l’Ambasciata di Israele e con il Patrocinio e il sostegno di Regione Lazio, Provincia di Roma e Comune di Roma.

Il festival offrirà al pubblico la possibilità di vedere sia film di questa stagione cinematografica, particolarmente felice per il cinema israeliano (si pensi a Valzer con Bashir di Folman, Golden Globe 2009 come miglior film straniero e Lebanon di Maoz, Leone d'Oro a Venezia come miglior film) che grandi classici, pellicole storiche che mostreranno la complessità del panorama israeliano.

L’apertura del festival, sabato 14 novembre, è dedicata alla commedia: il regista Sharon Maymon e l’attore Itzik Cohen presenteranno A Matter of Size, una pellicola che ha avuto un grande successo in Israele e che mette al centro della storia un gruppo di obesi emarginati che cercano la propria rivalsa.

La settima edizione del Pitigliani Kolno’a Festival proporrà quattro sezioni.

La sezione “Sguardo sul nuovo cinema israeliano” propone lungometraggi e documentari. Alcuni tra i film selezionati hanno già avuto grande riscontro di pubblico e critica, altri saranno anteprime nazionali.

Nella sezione “Scuole di cinema da Israele”, dedicata negli anni scorsi alla Ma’alè School, scuola israeliana di cinema per ebrei ortodossi, e al dipartimento di cinema e televisione del Sapir College vicino a Sderot, è protagonista il dipartimento di cinema del “Beit Berl College”, un’officina di idee nella quale lavorano e studiano molte promesse del cinema israeliano. Sette film realizzati dagli studenti si concentrano in particolare sulla complessità del mondo dei giovani israeliani affrontando temi come l’amore, la famiglia, l’omosessualità, ma anche la morte, il divorzio, l’aborto e la solitudine.

La sezione “Percorsi ebraici” presenta curiose storie di comunità ebraiche “Ai quattro angoli della Terra”: dalle montagne peruviane alle foreste amazzoniche per raggiungere i mercati affollati di Ho Chi Minh in Vietnam. Sono migliaia gli insediamenti ebraici nel mondo, ma molti ne ignorano completamente l’esistenza.

Per celebrare i cento anni della Città Bianca è prevista una sezione speciale “100 anni di Tel Aviv: storie di una città”, che comprende film classici della storia del cinema israeliano e un documentario. Attraverso filmati inediti d’epoca Anat Zeltser, Modi Bar-On e Gabriel Bibliowicz, ospiti del Festival, nel loro documentario Tel Aviv – Jaffa, ripercorrono un secolo della storia della città, dando voce alle immagini e ai personaggi che hanno contribuito a renderla ciò che è oggi.

Gli ospiti del Festival insieme agli eventi (lezioni, première e serate speciali), arricchiranno le giornate del PKF2009, mentre i film restano il cuore pulsante della manifestazione.

INGRESSO LIBERO fino ad esaurimento posti

Info:
Il Pitigliani - Tel. e fax:+39065800539-065897756 - www.pitiglianikolnoafestival.com E-mail: PKF@pitigliani.it

 


 

 

 

 

 

Related Posts

Al-Quds 2009, l'anno è cominciato a Marzo

04/03/2009

Al-Quds 2009,  l'anno è cominciato a MarzoOccupazione israeliana, organizzazione palestinese, finanziamenti incerti: Gerusalemme, capitale della cultura araba 2009, rischia un fiasco. Ma ancora si spera...

Vita quotidiana a Gerusalemme Est: sgomberi, demolizioni e discriminazioni

21/04/2014

geru specu 110Daoud Mahmood, responsabile della ONG Health Work Comittee in Cisgiordania, racconta la quotidianità della parte araba della Città al centro delle mire di promotori e speculatori immobiliari che, con l’avallo delle autorità israeliane, spingono per creare una ‘Grande Gerusalemme’ che di fatto estrometterebbe la popolazione palestinese dai quartieri arabi della città.

Amnesia per decreto

16/04/2010

Amnesia per decretoIl parlamento israeliano ha approvato la prima lettura di un progetto di legge che impone sanzioni amministrative e finanziarie agli enti locali che organizzano manifestazioni per ricordare An-Nakba, “la catastrofe”.