"Necrópolis", di Santiago Gamboa, premio "La otra orilla"

 

Migrante per natura e per vocazione, Santiago Gamboa è diventato uomo di molti mondi, sia nella vita che nei libri. La sua Bogotá natale gli ha fornito il paesaggio, l'intreccio e le voci per i primi romanzi, tra cui Perdere è questione di metodo , un violento giallo che è allo stesso tempo un percorso sentimentale-iniziatico verso la coscienza del fallimento di ogni umano proposito, e la cui versione cinematografica ha riscosso un'ampio successo internazionale. Amante dei romanzi d'avventura e delle cronache dei grandi viaggiatori, è a sua volta protagonista di una personale e minuziosa spedizione di scoperta che lo sta portando a ripercorrere in senso opposto, verso Est, il senso e le rotte delle grandi espansioni storiche occidentali. Dopo un lungo insediamento nell'agognata Europa (particolarmente Madrid, Parigi e Roma), culla e spazio di quella gran letteratura sulla quale ha costruito la sua vocazione, è andato man mano spostandosi sempre più in là, con lunghi soggiorni nel Medio Oriente, Pechino e New Delhi, città dove abita attualmente. Da questa esperienza di cosmopolitismo militante è nato uno sguardo testimoniale, critico e acuto sulla multiforme realtà del mondo attuale, sulle ingiustizie strutturali su cui poggia e sulle identità in perenne trasformazione dell'uomo contemporaneo, sguardo dal quale scaturisce Necrópolis , il suo nuovo romanzo, riconosciuto da lui stesso come il più ambizioso tra i suoi. Necrópolis si svolge a Gerusalemme, nella cornice di un convegno di biografi provenienti da paesi ed esperienze molto diverse, situazione che provoca incontri improbabili e l'inattesa scoperta dell'uccisione di uno dei partecipanti. Questo romanzo è stato recente vincitore del prestigioso premio internazionale La otra orilla .

 

Santiago Gamboa ©babelmed

 

 

La nostra redazione si congratula di questo nuovo successo di Santiago Gamboa, che è stato anche collaboratore abituale ed entusiasta accompagnatore del progetto di Babelmed fin dai suoi inizi.


Per saperne di più: www.normagrupoeditorial.es

 

 


Eloy Santos
(30/09/2009)

 

 

 

Related Posts

Concorso letterario 'Lingua Madre: parole alle donne'

22/07/2008

Concorso letterario 'Lingua Madre: parole alle donne'“Amo essere allegra, sono Nanà, Herrety, Kessiwaah e molto altro. Sono il Ghana, sono di Kumasi, sono i miei 40 anni, sono i miei 5 figli”. Con queste parole ha inizio il racconto “Nanà” di Herrety Kessiwaah...

Premio del Giornalista Mediterraneo 2014

24/10/2014

premio 110wwwBabelmed è felice di annunciare che Federica Araco e Nathalie Galesne hanno vinto il Premio del Giornalista Mediterraneo 2014 della Fondazione Anna Lindh, nella sezione Speciale, per la loro inchiesta “Lampedusa, la tragedia di un’isola” realizzata nel 2013.

"I tuffatori di Casablanca"

20/03/2017

tuffatori-110Attraverso i taccuini e le fotografie della giornalista Rosita Ferrato e il tratto elegante delle illustrazioni di Paolo Galletto scorrono le "cartoline" di un viaggio in otto tappe, da Rabat a Tangeri, passando per Casablanca, El Jadida, Essauoira, Marrakech, Meknes e Fez