Vittorio Arrigoni, 1975-2011

 

Vittorio Arrigoni, 1975 - 2011Vittorio Arrigoni assassinato a Gaza
Il militante pacifista del “free Gaza Movement” e dell'“International Solidarity Movement”, Vittorio Arrigoni, è stato assassinato a Gaza da un gruppo islamico salafita. Il suo corpo senza vita è stato ritrovato venerdì 15 aprile, all'alba, in una casa abbandonata della Striscia di Gaza.

 

 

Vittorio Arrigoni, 1975 - 2011Vittorio Arrigoni, uno di loro
Ha fatto prova della stessa forza morale dei giovani di quella regione, di Sidi Bouzid e Tunisi, Cairo ed Alessandria, Sanaa e Latakia, Benghazi e Manama, i quali sono disposti a dare la vita per la libertà

 

 

 

Vittorio Arrigoni, 1975 - 2011 La Muqawama di Vittorio
Arrigoni, nella sua intensa esperienza a Gaza aveva compreso la duplice natura delle minacce ai palestinesi: l’ostilità Israeliana e le forti divisioni in seno alla comunità palestinese. Per questo non risparmiava le sue critiche su entrambi i fronti e invitava a restare umani nella resistenza contro l’oppressione esercitata dal nemico e dai leader politici palestinesi sulla società palestinese

 


 

Related Posts

Libia, un anno dopo

13/04/2012

Libia,  un anno dopoUno sguardo attraverso le ferite ancora aperte di un paese in cambiamento, a un anno dallo scoppio della guerra civile che portò alla caduta di Gheddafi.

Gli Hammam, identità della Medina di Tunisi

25/08/2015

0 ham 110Dei cinquanta hammam storici segnalati nel XIX° secolo a Tunisi (ma nei secoli precedenti erano 72), solo 26 hanno potuto mantenere la propria attività, diciassette sono stati distrutti e altri sette sono stati chiusi. Intervista ai proprietari di due prestigiosi hammam della Medina – Remmimi eTammarine - alle prese con difficoltà enormi che ne impediscono un funzionamento regolare e positivo. Il parere di un’esperta.

Dossier. Siria: resistenza cittadina

07/11/2016

 

Dossier. Syrie : résistance citoyenne | babelmed | culture méditerranéenneLa Siria stremata dai bombardamenti russi, stretta fra la dittatura di Bashar Assad e gli orrori di EI, uomini e donne della società civile: artisti, comici, attivisti, scrittori, usano il loro talento e la loro generosità per continuare a tutti i costi a vivere insieme. Articoli selezionati da Enab Baladi e Siria Untold nell'ambito del programma Ebticar.