L’Europa e le primavere arabe

 

L’Europa e le primavere arabeDal 9 all’11 giugno si è svolto a Roma un convegno dedicato ai processi di democratizzazione avviati in Maghreb e Mashreq organizzato da Il Manifesto . Numerosi esponenti dei Paesi del Mediterraneo, analisti, giornalisti, blogger, attivisti, scrittori e registi, sono intervenuti per discutere di donne, cittadinanza, Islam, laicità, media e giovani generazioni in una regione attraversata da forti venti di cambiamento.

“L’Occidente si è affrettato a parlare di ‘risveglio arabo’ – esordisce il marocchino Kamal Lahbib, attivista per i diritti umani. “Ma questa è stata un’amnesia imperdonabile: i governi occidentali, e anche gli organi di informazione, non hanno compreso che questa ondata di proteste e rivoluzioni, questa specie di tsunami politico che ha sconvolto il mondo arabo da Rabat al confine di filo spinato con Israele, fino ai Paesi del Golfo e l’Iran, è il culmine di decenni di lotte per la dignità, la libertà e la giustizia sociale. Non c’è stato alcun risveglio: ‘noi’ non eravamo affatto addormentati, eravate voi europei, piuttosto, a non accorgervi del fermento che agitava da tempo le società civili del sud del Mediterraneo. E anche adesso è in atto una battaglia di riposizionamento politico costante su questioni centrali, in primis le rivendicazioni sociali. Le rivolte popolari in Tunisia ed Egitto non hanno avuto mediatori politici: la gente è scesa in piazza direttamente e spontaneamente per rivendicare il diritto al lavoro, all’alloggio, all’istruzione, per ottenere libertà politica e di espressione. E questo fa capire bene come il cambiamento politico e istituzionale in questi Paesi non possa prescindere dalle questioni sociali”.

 


 

Federica Araco
(22/06/2011

 

Related Posts

Melanzana: grande protagonista della tavola italiana

03/07/2012

melanz_110Originaria dell’India la melanzana è un ortaggio non grasso, povero di calorie, equilibrato nei contenuti di elementi essenziali. I mussulmani la scoprirono in Persia e la diffusero nei paesi del Vicino Oriente e del Mediterraneo.

Nasce Babelmed mondo arabo

12/11/2011

Nasce Babelmed mondo araboL’associazione Liaisons Méditerranéennes (Tunisi), e Babelmed (Roma, Parigi), in collaborazione con la Fondation René Seydoux (Parigi), lanciano «Babelmed mondo arabo», un progetto di informazione dedicato alle società arabe in cambiamento. In questa occasione una nuova redazione del sito sarà aperta a Tunisi.

“Lost in translation”

23/05/2014

lost 110wwL’illustratrice neozelandese Anjana Iyer ha disegnato trenta parole che esistono in una lingua ma non sono traducibili nelle altre. Comprese due italiane.