Sindaci per la Pace


sinpace_250

Dopo il riconoscimento della Palestina come Stato osservatore non membro da parte dell’Assemblea Generale dell’ONU e dopo le elezioni israeliane viene annunziata la prossima visita del Presidente Obama, volta a riaprire i canali del negoziato tra le parti. Ma le diplomazie da sole non bastano, devono entrare in gioco le società civili se si vuole costruire questa pace difficile. Questa pace va costruita anche dal basso, a livello locale. Le Municipalità sono le istituzioni più vicine alle popolazioni e quelle che meglio possono interpretarne sentimenti e bisogni, contribuendo a superare il fossato apertosi tra le due società. Per questo CIPMO ha organizzato a Torino mercoledì 6 Marzo alle ore 18 al Circolo dei Lettori (via Bogino 9, Sala Gioco) un incontro con sindaci israeliani e palestinesi, Interverranno, tra gli altri, Ghassan Al Shak'a, Sindaco di Nablus (Palestina) e membro del Comitato Esecutivo dell’OLP, Moshe Sinai, Sindaco di Rosh HaAyin (Israele).

Mercoledì 6 marzo 2013, ore 18.00
Circolo dei Lettori - Sala Gioco
Via Bogino, 9 Torino

 



Per maggiori informazioni:
CIPMO - Centro Italiano per la Pace in Medio Oriente
Corso Sempione 32 B, 20154 Milano
Tel. 02/86.61.47-09 Fax. 02/86.62.00

 




 

Related Posts

"Verità per Giulio Regeni"

24/02/2016

logo amnesty 110Amnesty lancia una nuova mobilitazione per fare luce sulla morte del giovane ricercatore al Cairo. La Federazione nazionale della Stampa raccoglie l'invito. il 25 febbraio, a un mese dall’omicidio di Regeni, sit-it davanti all'ambasciata d'Egitto.

Pitigliani Kolno’a Festival

27/10/2012

kol_110Torna dal 3 al 7 novembre alla Casa del Cinema di Roma il Pitigliani Kolno’a Festival diretto da Dan Muggia e Ariela Piattelli, dedicato alla cinematografia israeliana e di argomento ebraico.

Carovana Antimafie in giro per l’Italia

01/06/2014

caro 110Per dire “no alla tratta degli esseri umani”, vera schiavitù del terzo millennio, ormai un “core business” della criminalità organizzata per gli elevati guadagni che trova nello sfruttamento dei migranti. Partita da Roma, approda ora in Piemonte e conclude la prima parte del suo viaggio in Sicilia il 15 giugno.