Daniel Willem

nov13 mk5 WillemDaniel Willem Gypsy Jazz Band, «Sinto Swing», Homrecords

La musica manouche ha una virtù: mette allegria! E anche in questo Daniel Willem è un grande del jazz manouche, dalla sua musica semplice e senza trucchi: fin dalle prime note dell'album, la musica vi trasmette la sua gioia frizzante e questo umore allegro non vi lascia fino alla fine del disco!

Violino (del leader del gruppo, Daniel Willem), chitarre (Samson Schmitt, Popso Weiss, Sylvester Berger), fisarmonica (Tchavo Berger), contrabbasso (Patrick Willem), e anche un sax (Daniel Pollain) e un armonica (Thierry Crommen): un bel assortimento di strumenti e sonorità che vi fanno venire voglia, come le buone musiche manouche, di ballare e divertirvi!

«Danse, Laïla, danse, mets de l’ambiance

Regarde-la, cette jolie jeune femme

Elle a de beaux cheveux roux, un beau visage

Ses yeux sont comme dans mon rêve

Son sourire est comme de l’or

Les garçons vont la trouver et lui demandent

Si elle veut bien leur accorder une danse

Elle me regarde et me sourit

Elle s’approche de moi et danse»

Le parole di “Kel Laïla Kel” sono cantate in romaní, perché si tratta di un brano del repertorio tradizionale rom, ma il gruppo ha voluto cantare in questa lingua anche le proprie composizioni presenti nell'album.

Un album decisamente ben riuscito e un gruppo che non vediamo l'ora di ascoltare dal vivo! La piccola etichetta belga Homrecords ancora una volta ha confezionato una vera perla!

 

Per ascoltare:

daniel 545

 

www.homerecords.be

 


 Nadia Khouri-Dagher

Related Posts

MUZZIKA ! Aprile 2015

26/04/2015

MUZZIKA ! Avril 2015 | babelmed | culture méditerranéenneTanto di cappello all'Algeria, che si sforza di promuovere il jazz, musica simbolo di libertà per eccellenza! Un vento fresco soffia dal Portogallo, con Oquestrada, gruppo formidabile dallo spirito manouche. In Spagna Rocío Márquez reinventa il suo flamenco. Gus Viseur ci incanta ancora una volta con... Un mese incredibile!

MUZZIKA! 2011

01/02/2011

hijaz-thumbIl primo lavoro del gruppo Hijaz, “Dunes”, uscito nel 2008, è stato molto apprezzato dalla critica belga, che lo ha definito un “piccolo promettente capolavoro” ...