Roma come Lampedusa. Racconti dalla città invisibile

ro la 300Le Biblioteche di Roma, in seguito ai drammatici avvenimenti di Lampedusa, hanno dato vita a una serie di iniziative di solidarietà e di sensibilizzazione. Tra queste l'iniziativa Roma come Lampedusa. Racconti dalla Città invisibile che affronterà in diverse biblioteche il tema delle migliaia di rifugiati e di richiedenti asilo invisibili, abitanti dei tanti insediamenti informali e di fortuna, in condizioni di vera emarginazione.

L'obiettivo è soprattutto quello di far emergere e denunciare una situazione ancora molto sommersa, pur essendo una grave emergenza, e farla conoscere ai cittadini romani tramite le immagini e le voci dei protagonisti.
 

Si inizierà alla Biblioteca Appia in via La Spezia, 21 venerdì 29 novembre 2013 dalle 17 alle 20.30.

Nel programma si alterneranno proiezioni di corti e documentari dell'Archivio delle Memorie Migranti con le testimonianze di rifugiati, richiedenti asilo, volontari e operatori, che provengono sia dagli insediamenti/occupazioni sia dai centri di accoglienza.

L'evento è organizzato insieme all'Associazione Cittadini del Mondo con il Centro Astalli e la Fondazione Integra/Azione. Alla presenza di: Silvio Di Francia, Gabinetto del Sindaco di Roma Capitale; Susi Fantino, Presidente VII Municipio; Khalid Chaouki, Deputato alla Camera e giornalista. In contemporanea con le testimonianze degli adulti, per tutti i bambini presenti sarà possibile ascoltare letture di fiabe, tratte dal libro L’esatto numero delle stelle e altre fiabe dell’altopiano eritreo, di  Ribka Sibhatu (Sinnos editrice 2012) a cura dell’attore Simone Bobini e di Maria Santos, del Gruppo Volontari Biblioteche di Roma.


 

Per maggiori informazioni:

http://www.romamultietnica.it/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Related Posts

Le parole del teatro

23/10/2013

w parole 110wwDal 31 ottobre al 2 novembre tra Lecce e Mesagne si terrà l’Assemblea Nazionale dell’Associazione dei critici di teatro. Il programma prevede spettacoli, tavole rotonde, dibattiti con alcuni importanti protagonisti del teatro contemporaneo.

“Haiku visivi” di Felicia Fuster

14/04/2016

FUSTER-110Per la prima volta le opere “storiche” di una delle artiste e poetesse catalane più significative della seconda metà del Novecento vengono esposte in Italia, a Torino: poesia e pittura sono due cammini inseparabili della sua personalità. “Folgorata” dalla cultura nipponica.

Happy collection: Il muro nel cuore

16/07/2014

cuore 110wwPer i 25 anni dalla caduta del Muro di Berlino, simbolo dei tanti muri che impediscono il libero movimento delle persone, il “Gioco degli Specchi” lancia una campagna di raccolta di oggetti della vita quotidiana in uso nei paesi dell'ex blocco sovietico e nell'area balcanica. L'esposizione avverrà in autunno.