Festival musicale del Mediterraneo al femminile

donne mk 330Dal 5 al 14 settembre 2014 torna a Genova il Festival Musicale del Mediterraneo, il festival musicale dedicato alla scoperta e alla valorizzazione delle musiche rare, giunto quest’anno alla 23° edizione. Curato da Davide Ferrari, direttore della Banda di Piazza Caricamento, il Festival ha scelto per l’edizione 2014 il sottotitolo “Delle donne il suono”, con un programma che riflette il ruolo fondamentale delle donne nella musica. La rassegna 2014 prevede esibizioni di più di 30 artiste provenienti da 14 Paesi diversi nei prestigiosi palazzi del centro storico e nei luoghi più suggestivi della città.

Un’invasione di musiche suonate da donne di tutto il mondo, un programma vario e originale che comprende  performance legate a tradizioni secolari e musiche sperimentali, voci espresse con delicatezza e intensità, strumenti tradizionali e ricercati - come il taiko e il koto giapponese, la pipa cinese, l’oud arabo, il didjeridoo australiano -  senza distinzione di generi, stili e tempi storici, come da tradizione del Festival.

Il tema scelto per la 23° edizione del Festival Musicale del Mediterraneo -  la musica cantata e suonata dalle donne -  intende celebrare a 360 gradi il ruolo del genere femminile nella musica.

L’importanza che rivestono le donne nel mondo musicale contemporaneo si accompagna a un messaggio specifico: la presenza femminile impreziosisce l’espressione musicale. La sensibilità, il pensiero e la corporeità femminile elevano il suono e la musica ad arte ancor più subliminale.

Ad arricchire il Festival le differenti location scelte per i concerti, alcuni tra i luoghi più suggestivi e affascinanti di Genova: Palazzo Rosso e Palazzo Tursi palazzi seicenteschi di Via Garibaldi dichiarati dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, Palazzo Ducale, il principale edificio storico della città, la splendida residenza di Castello d’Albertis,  la piscina del Porto Antico.

Per prenotazioni e biglietti scrivere a info@echoart.org

Saranno aperte al pubblico tre esibizioni in piazze “simbolo” del centro storico, Piazza Lavagna, Piazza Banchi e Piazza San Matteo.

Tra gli appuntamenti di maggior rilievo: il premio alla carriera e l’esibizione di Giovanna Marini, la più importante cantante della tradizione orale italiana, il 6 settembre a Palazzo Tursi; il concertoal buio della cantante non vedente portoghese Dona Rosa, il 13 settembre presso il Castello d’Albertis; lo spettacolo di percussioni acquatiche del duo franco/camerunense Akutuk, il 5 settembre presso la piscina del Porto Antico e il concerto del duo franco/palestinese di world/jazz music composto da Kamilya Jubran & Sarah Murcia, il 6 settembre a Palazzo Tursi.

Completano il programma due workshop, su chitarra flamenco e tabla indiane, e un’esposizione dedicata alla musicoterapia.

 

https://www.facebook.com/events

 


 

 

 

 

 

 

 

Related Posts

I laboratori del Nationless Pavilion

20/10/2015

sale 110bisDal 20 al 31 ottobre il Nationless Pavilion attiva su Lecce e Venezia dei laboratori d’arte contemporanea allo scopo di dar vita, il 31 ottobre 2015, ad un’installazione collettiva presso il S.a.L.E Docks (VE) che possa visualizzare la Nazione 25 con le sue problematiche e possibilità.

GATE – Tutori contro la tratta e lo sfruttamento

25/02/2013

gate_110Venerdi 1 marzo ore 16.00/19.00 - Università di Catania  - Facoltà di Scienze Politiche e Sociali - Aula Magna - Via Vittorio Emanuele II n. 49 - Catania.

Ilan Pappé alla rassegna "Femminile palestinese"

26/04/2015

femmi pal 110Conferenza a Salerno il 27 aprile con lo storico israeliano, cofondatore della “Nuova storiografia israeliana” che ha come scopo, scientifico ed etico, il riesame delle linee ricostruttive storiche della nascita dello Stato d’Israele e del sionismo. E’ promossa da: Fondazione Salerno Contemporanea, Comune e Università di Salerno e dalla Associazione “Cultura è Libertà”.