Canti d’amore del Mediterraneo

Kudsi Erguner & Esemble - Se il cielo fosse innamorato se il mare non conoscesse l'amore.

Sabato 29 novembre 2014 dalle 21:00 alle 23:00 – Teatro Acacia, Napoli.

kudsi 545 

I miti e le leggende di tutte le culture del mondo ricorrono alla metafora del matrimonio d’amore tra cielo e mare per spiegare la vita e l’origine dell’universo. Al di là di miti e leggende, l'unica traccia concreta di questo amore tra cielo e mare è espresso dalla poesia e dalla musica, che ci offrono la gioiosa e consapevole testimonianza   che l’universo è la manifestazione di una passione amorosa.

Due versi del poeta Rumi – vissuto a Konya nel XIII secolo ed   un Grande Maestro del Sufismo -  danno il titolo a questi concerti ideati da Kudsi Erguner per il Forum delle Culture di Napoli, per celebrare il Mare Mediterraneo come la culla della civiltà, fonte di conoscenza e saggezza per le principali religioni monoteiste nate proprio nel bacino del Mare Nostrum. 

 

Con 

Waed Bouhassoun, voce (Siria)
Bora Uymaz; voce (Turchia)
Baka Spiridula, voce (Grecia)
Emin Esen, kanoun (Turchia)
Ufuk Kaan Icli, oud (Turchia)
Sukru Kabaci, clarinetto (Turchia)
Michalis Kouloumis, violino (Cipro)
Bruno Caillat, percussioni (Francia)

Kudsi Erguner
Direzione musicale flauto/ney

 

//Kudsi Erguner Ensemble

 

Forum Universale della Culture di Napoli

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

Related Posts

Vicenza, la città di Andrea Palladio

07/12/2012

vicenza_110

In città sono aperte fino al 20 gennaio 2012, le mostre "Raffaello verso Picasso Storie di sguardi, volti e figure" nella Basilica palladiana e “Cinque secoli di volti Una società e la sua immagine nei capolavori di Palazzo Chiericati” nella Pinacoteca Comunale.

Al Salone del Libro “Visioni” e cultura araba

21/01/2016

lib to 2016 110Si svolgerà dal 12 al 19 maggio a Torino, al Lingotto, la 29^ edizione della kermesse internazionale. Dopo le polemiche e i buchi di bilancio, nuova progettualità e sostegni. Tra gli ospiti: il direttore del Museo del Bardo di Tunisi, Moncef Ben Moussa, Adonis, Mahi Binebine, Yasmina Khadra.

Le porte del futuro

02/06/2015

porte 110Per tre mesi otto artisti hanno trasformato la Scuola media statale Ugo Foscolo di Roma in un atelier. Il 3 giugno inaugurate “Le porte del futuro” e la scuola si prepara a diventare una vera galleria d’arte. Permanente.