Una vita indipendente: sempre più tardi

mena 545

Usa la metafora della corsa di atletica l’infografica elaborata da Visualizing Impact per denunciare una delle conseguenze inattese di disoccupazione e precariato, fenomeni che caratterizzano la vita di migliaia di giovani in Medio Orienta e Nord Africa (MENA), vale a dire l’innalzarsi progressivo dell’età alla quale i/le giovani raggiungono l’indipendenza dalla famiglia.  

In Estremo Oriente, dove il tasso di disoccupazione giovanile è del 10 per cento, l’età media al matrimonio si attesta sui 25 anni per le donne e i 27 per gli uomini.

Nell’Africa Sub-Sahariana, regione ancora caratterizzata da un alto tasso di matrimoni precoci (sotto i 18 anni, soprattutto tra le ragazze), a un tasso di disoccupazione medio a livello regionale del 12 per cento, corrisponde una età media al matrimonio di 22 anni per le ragazze e 27 per gli uomini.

In America Latina, dove il tasso di disoccupazione sale al 14 per cento, l’età media al matrimonio si innalza fino a 25 anni per le donne e 28 per gli uomni.

Ma è appunto in Medio Oriente e Nord Africa, dove il tasso di disoccupazione giovanile raggiunge una media del 28 per cento, che si registra un vero “balzo in avanti” dell’età media al matrimonio per gli uomini, che sale a 29 anni, mentre si attesta a 24 per le ragazze.

Le conseguenze non sono piccole: secondo stime dell’ILO, l’Organizzazione internazionale del lavoro, ridurre alla metà il livello di disoccupazione giovanile porterebbo a un incremento del Prodotto interno lordo della regione pari a 25 miliardi di dollari entro il 2018.

 


 

http://visualizingimpact.org/visuals/the-long-run-youth-unemployment-in-mena

 

 

 

 

 

 

 

 

Related Posts

Israele, unica democrazia del medio oriente?

25/03/2009

Israele,  unica democrazia del medio oriente? Cliccando sul collegamento (link), sotto riportato, del sito del quotidiano israeliano Haaretz, si vede una delle magliette ordinate dall'esercito israeliano con al centro del mirino l'obiettivo da colpire, una donna palestinese incinta e lo slogan: "Un colpo due morti". Le altre t.shirt sono visibili sul sito baruda.net.

Il coraggio di Kalandia Children è reality peace

05/05/2009

Il coraggio di Kalandia Children è reality peaceI bambini del campo profughi di Kalandia, tra Ramallah e Gerusalemme, raccontano la loro quotidianità nella prima web tv palestinese. Ogni giorno mandano in onda la loro reality-life in un paese occupato dall’esercito israeliano.

Tributo alla città proibita

07/11/2009

Tributo alla città proibitaIn una Gaza sotto assedio, i palestinesi conservano la città vecchia di Gerusalemme nei loro cuori malgrado l’embargo sembri non avere fine. Questo mese, un gruppo di artisti nella Striscia di Gaza sta rendendo omaggio a Gerusalemme con una mostra collettiva fatta di ricordi, nostalgia, rabbia e resistenza.