ROMpiamo i pregiudizi

L’associazione per la produzione, distribuzione e promozione di documentari sociali e progetti culturali ZaLab ha lanciato il concorso ROMpiamo i pregiudizi rivolto agli alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado che hanno assistito alla proiezione di Container 158 (Italia, 2013, 62’), il film di Stefano Liberti ed Enrico Parenti girato nel campo di Via Salone a Roma, il più grande d’Europa.

zalab 545 

I giovani creativi potranno cimentarsi in due sezioni:

1 - “Scrivi una lettera aperta… a tutti”

Indirizzando lo scritto al Sindaco, al giornale, al Presidente del consiglio o a chiunque possa o debba ascoltare, ciascun alunno o gruppo di alunni potrà chiedere che le istituzioni cessino di mettere in atto politiche discriminatorie e ghettizzanti nei confronti delle comunità rom e sinte presenti sul proprio territorio.

In un Paese civile non può esistere discriminazione istituzionalizzata dei propri cittadini in base alla loro etnia e le amministrazioni locali possono combattere l’esclusione e la ghettizzazione in molti modi: attraverso una legislazione adeguata, implementando programmi intesi a promuovere l’inclusione sociale, promuovendo una adeguata cultura dell’inclusione, combattendo i pregiudizi e la disinformazione. Le lettere più belle e saranno “adottate” da ZaLab e dalle associazioni che aderiscono all’iniziativa come strumenti di sensibilizzazione e advocacy istituzionale e verranno promosse sui media e sulla rete.

2 - “Gira il tuo spot contro il pregiudizio”

Usando uno smartphone, un tablet o un telefonino, tutti gli allievi sono invitati a realizzare uno spot di massimo 90 secondi per sfatare i pregiudizi verso i rom e sinti con ironia e originalità. L’obiettivo è favorire la sensibilizzazione dell’opinione pubblica attraverso la decostruzione di pregiudizi e stereotipi diffusi legato al panorama rom e promuovere la formazione di giovani attivisti rom e sinti che si impegnino nella tutela dei diritti umani delle proprie comunità.

Non saranno accettati video che riproducono nudità, contenuti offensivi e razzisti a meno che non siano proposti in chiave chiaramente ironica e di denuncia.

zalab 110La Giuria è composta dagli autori del film, dai rappresentanti di ZaLab e da associazioni, enti, attivisti e giornalisti attivi nella difesa dei diritti dei rom. La Giuria esprimerà un giudizio insindacabile. Saranno apprezzate l’efficacia nel trasmettere il messaggio, l’originalità e l’ironia. Tutti i video saranno pubblicati sulla pagina Facebook “container 158”, sul blog del film, su twitter. I video selezionati e quelli vincitori saranno pubblicati in una sezione del sito www.zalab.org e riproposti sui social network. I video vincitori saranno proiettati in un evento speciale a Roma e prima delle proiezioni pubbliche di Container 158. Chiunque potrà far parte della giuria popolare: il video con più voti riceverà un premio speciale.

 

// Trailer di Container 158

 


 

Per maggiori informazioni:

www.zalab.org

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Related Posts

Io, gli altri - XXII Fiera internazionale del Libro

13/05/2009

Io,  gli altri    -     XXII Fiera internazionale del Libro14-18 maggio 2009 - Cinque giorni al Lingotto di Torino: incontri e lezioni di grandi autori dal mondo. l’Egitto è il Paese ospite d’onore. Al Nobel Naguib Mahfouz, si dedicherà un reading. Presenti anche gli scrittori palestinesi tra cui Ibrahim Nasrallah, e Sayed Kashua.

Com’è l’Italia vista dall’Europa?

04/05/2009

Com’è l’Italia vista dall’Europa? Nel libro di Giancarlo Chevallard, testimone privilegiato delle istituzioni di Bruxelles fin dagli anni 70, la storia del Paese dall’iniziale leadership al progressivo deterioramento del suo ruolo nell’UE.