Le onde di Voces Gitanas

clausura 545

 

Un po' radio, un po' televisione, “Voces gitanas” è il sito web di riferimento per le donne delle comunità romanès in Catalogna. In pochi anni è diventato uno spazio di confronto e di approfondimento su diversi temi, come quello esplorato nel reportage di Amalia Cortés, giovane collaboratrice, in viaggio in Polonia per visitare il campo di concentramento d’Auschwitz. Al tempo stesso si possono trovare interviste realizzate in uno dei “barrios” gitani di Barcellona, La Mina, dove si ripercorre la storia del quartiere nato negli anni '60. Durante le trasmissioni vengono affrontati anche argomenti più spinosi che coinvolgono le comunità, come l'intervista a Carmen Mendez e Francisca Maya, della Fondazione Segretariato Gitano (FSG) sulla campagna per promuovere gli studi superiori. “Abbiamo lanciato l'allarme alle istituzioni locali – ha spiegato Mendez – al giorno d'oggi solo il 20 percento degli studenti concludono il percorso scolastico. Chiediamo che i politici affrontino questo problema. Occorrono interventi, come i mezzi di sostegno e di orientamento educativo per i giovani”. Le neo-giornaliste di Voces Gitanas hanno successivamente raccolto una serie di testimonianze di studenti della comunità che raccontano cosa li spinge ad andare a scuola: “Mi piace l'idea di riuscire ad avanzare nel campo dell'informatica – ha detto un ragazzo – superare le frontiere grazie a un telefono, a un computer o altro. Mi sembra di vedere grazie a questi strumenti, nuovi spazi aperti”.

 


 

http://vocesgitanas.net

 

 

 

 

 

 

 

Related Posts

Spagna: la vittoria della cultura di strada

22/09/2010

Spagna: la vittoria della cultura di stradaPer i vicoli dell’Almanjàr, tra i quartieri più malfamati di Granada, due giovani registi girano la versione gitana del telefilm Starsky & Hutch. Intanto, per i barrios i Bacellona, la band Microguagua coinvolge pubblico e passanti con i suoi vivaci ritmi reggae…

Payo Today, un giornale controcorrente

17/02/2015

rom 25x25gitano 110La Fondazione del Segretariato Gitano in Spagna ha creato un quotidiano per combattere alcuni dei principali stereotipi anti-zigani che molti media mainstream contribuiscono a rafforzare nel Paese rovesciando la prospettiva. E per i giornalisti c’è anche una guida pratica.

A Melilla nuove lame per fermare i migranti

11/11/2013

melilla 110wwUn giovane subsahariano è morto e altri quattro sono rimasti feriti alla frontiera spinata di Melilla, tra Marocco e Spagna. Madrid intanto stanzia nuovi fondi per ripristinare las cuchillas, piccole lame aguzze lungo la rete di protezione.