A Casablanca “Lasciatemi cantare”

les-amis 545

Sarà l’occasione per apprezzare il dialogo tra le tradizioni musicali del Mediterraneo: il 24 luglio nella Place des Nations Unies di Casablanca si esibiranno in concerto il Maestro Antonio Maiello e Les Amis du Monde con lo spettacolo “Lasciatemi cantare”. Un progetto caro al Maestro che sperimenta da più di vent’anni iniziative di avvicinamento dei popoli – in particolare di quelli del Mediterraneo – e di incontro di culture che promuovano rispetto e convivenza pacifica, dal livello locale a quello internazionale.

Maiello crede molto nel messaggio che possono veicolare artisti di diverse origini riuniti sullo stesso palco, amalgamando le rispettive professionalità.

La sua platea internazionale (dal Teatro Coliseo di Buenos Aires, alla Royal Albert Hall di Londra, a New York, a Budapest, con esperienze televisive in Italia) lo spinge a coniugare i suoi studi sulla musica italiana con le ricerche sulle esperienze musicali del Mediterraneo, in collaborazione con artisti locali. Intreccia allora sapientemente strumenti e linguaggi musicali di tradizioni diverse, come quando suona con Said Chraibi, in un concerto per pianoforte e oud.

Quest’estate a Casablanca il Maestro Maiello porta in scena un’orchestra composta da musicisti e artisti di diversi paesi per uno spettacolo in cui si alterneranno fusioni musicali, danze marocchine e di altre culture, brani interpretati da cantanti di varie nazionalità, proiezioni di messaggi visuali.

Un Marocco, dunque, all’insegna della pluralità, dalle melodie del deserto alle sonorità andaluse, fiero delle sue tradizioni berbere, ma anche aperto a influenze internazionali. Perché per ritrovarsi insieme e uniti forse basta seguire i versi di Paul Verlaine: “La musica, prima di tutto”.

 


“Alep point zéro” | Muzaffar Salman, Alep Point Zéro, Darline Cothière, Christian Auboyneau 20/07/2015

 

Related Posts

Il Mediterraneo nella terza edizione del Festival del Cinema di Nador

02/05/2014

question 110Si svolge dal 5 al 10 maggio, nella cittadina marocchina. E’ organizzato, per il terzo anno consecutivo, dal centro della Memoria Comune per la Democrazia. Fondato nel 2008, ha promosso molteplici attività volte al dialogo, alla condivisione di racconti, di esperienze per abbattere pregiudizi e clichés negativi.

Quinta Biennale di Marrakech: ‘où en sommes-nous maintenant?’

13/03/2014

where 110Fino al 23 marzo la città marocchina ospiterà il festival della creatività con conferenze, eventi interattivi e mostre di artisti internazionali.

Gli andalusi di Essaouira

11/10/2013

anda 110Il Festival des Andalousies Atlantiques giunge alla sua decima edizione. Organizzato dal 2003 in collaborazione con l’associazione Mogador Essaouira e la Fondation des Alizés, questa manifestazione culturale ha come obiettivo di mettere sulla scena artistica il patrimonio comune di Marocco e Spagna.