In sostegno del Circo Romanès

Appel de soutien au Cirque tzigane Romanès | cirque Romanès, Mairie de Paris, cirque tzigane, culture tziganeIl clima razzista dilagante in Francia è sempre più allarmante. Oggi, è il circo Romanès a farne le spese, e domani? Questa tremenda strumentalizzazione dei gruppi sociali, dai musulmani alle Genti del Viaggio, è diventata inaccettabile. Quando, dopo venti anni, il circo era stato accolto nella capitale dal sindaco di Parigi per far “conoscere meglio la cultura zigana in Francia”, i loro spettacoli sembrano sempre più a rischio. Il circo zigano Romanès ha così lanciato un appello per fermare le violenze razziste e gli atti vandalici di cui è stato vittima da quando si è installato alla Square Parodi (nel 16esimo arrondissement). Più di 1500 firme sono state raccolte finora per difendere la loro sicurezza e dignità: un segnale incoraggiante in un paese sempre più attraversato dall’odio vero l’alterità.

Per firmare l’appello:

http://blogs.mediapart.fr/blog/les-invites-de-mediapart

 

 Appel de soutien au Cirque tzigane Romanès | cirque Romanès, Mairie de Paris, cirque tzigane, culture tzigane


 

15/10/2015

Related Posts

Teatro/traduzione: bando

10/12/2013

eurodram 110Siete appassionati di teatro e drammaturgia? Siete grandi lettori e avete uno spirito solidale? Entrate in EURODRAM, la rete europea di traduzione teatrale.

“Alep point zéro”

11/05/2015

Aleppo cafe 110tazzina 40 40“Quando i contadini e gli studenti si sono uniti alla rivoluzione, hanno aperto dei varchi nei muri delle abitazioni per poter passare di casa in casa sfuggendo ai cecchini. Questi passaggi hanno collegato centinaia di case, creando così un unico spazio che ha riunito i siriani per la prima volta in quarant’anni. Questa continuità urbana è stata chiamata “Punto Zero”.

L'immaginario negato della villa dei Vettii a Pompei

10/02/2015

pompei 110L'istituto Italiano di Cultura a Marsiglia presenta una serie di iniziative dedicate al sito archeologico di Pompei. L'esposizione resterà aperta al pubblico fino al 16 aprile 2015.