“No al raduno nazifascista europeo”

anpi 545

Il Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo per la difesa dell'ordine repubblicano manifesta la sua profonda preoccupazione per il convegno nazifascista europeo che dovrebbe svolgersi a Milano, domenica 24 gennaio 2016. Ad esso parteciperebbero formazioni di matrice neofascista e antisemita come Forza Nuova, Alba Dorata, i tedeschi dell'NPD e British Unity.

“Al pericoloso rifiorire di partiti e formazioni di estrema destra in Europa e nel nostro Paese, si intrecciano, mescolandosi l'uno nell'altro, movimenti nazionalisti, xenofobi e razzisti che individuano, come è già avvenuto nel corso del Novecento, un nemico esterno su cui scaricare tutte le responsabilità e le frustrazioni del nostro tempo.

Non possiamo accettare che nell'imminenza del Giorno della Memoria si svolga a Milano un raduno che si pone apertamente in contrasto con i principi della Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza e offende chi ha sacrificato la propria vita per la nostra libertà, combattendo nel corso della lotta di Liberazione o resistendo nei lager nazisti”.

Il Comitato Permanente Antifascista chiede alle istituzioni e alle pubbliche autorità di intervenire con fermezza “per impedire questo ulteriore gravissimo oltraggio a Milano, città Medaglia d'Oro della Resistenza” e chiama i cittadini, gli antifascisti, a partecipare al presidio che si terrà Domenica 24 gennaio 2016 a partire dalle ore 10 davanti alla Loggia dei Mercanti, luogo simbolo della Resistenza milanese.

 


 

20/01/2016

 

Related Posts

MUZZIKA ! Maggio 2015

22/05/2015

mai2015 mk0 110

Ana Alcaide e il suo incontro con la musica indonesiana; Bania e la loro musica che viene dal Sahara algerino; Titi Robin e il suo nuovo viaggio musicale nel Marocco berbero; Redi Hasa e Maria Mazzotta tra il Sud-est italiano e i Balcani; Ian Balzan Dorizas e il suo rebetiko contemporaneo; i tre fratelli Fernandez e il flamenco gitano francese; e per finire...

 

Attraversare i confini

20/02/2014

donnero 110wwQuella delle Donne in Nero è stata una pratica femminista e pacifista a carattere internazionale, a partire dalle pratiche di viaggi, di scambi, di attraversamenti. Ma, come le pratiche non episodiche, è sempre stata sorretta, supportata, resa densa e significativa da una teoria.

Europa e libertà dei media

29/06/2015

free media 110Inaugurato lo European Center for Press and Media Freedom, Cooperativa pan-europea con sede a Lipsia, il centro dedicato alla libertà di stampa e dei media è co-promosso, assieme a numerosi soggetti europei, da Osservatorio Balcani e Caucaso. Venti soggetti fondatori di quindici Paesi diversi. Drammatica regressione in Europa.