“No al raduno nazifascista europeo”

anpi 545

Il Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo per la difesa dell'ordine repubblicano manifesta la sua profonda preoccupazione per il convegno nazifascista europeo che dovrebbe svolgersi a Milano, domenica 24 gennaio 2016. Ad esso parteciperebbero formazioni di matrice neofascista e antisemita come Forza Nuova, Alba Dorata, i tedeschi dell'NPD e British Unity.

“Al pericoloso rifiorire di partiti e formazioni di estrema destra in Europa e nel nostro Paese, si intrecciano, mescolandosi l'uno nell'altro, movimenti nazionalisti, xenofobi e razzisti che individuano, come è già avvenuto nel corso del Novecento, un nemico esterno su cui scaricare tutte le responsabilità e le frustrazioni del nostro tempo.

Non possiamo accettare che nell'imminenza del Giorno della Memoria si svolga a Milano un raduno che si pone apertamente in contrasto con i principi della Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza e offende chi ha sacrificato la propria vita per la nostra libertà, combattendo nel corso della lotta di Liberazione o resistendo nei lager nazisti”.

Il Comitato Permanente Antifascista chiede alle istituzioni e alle pubbliche autorità di intervenire con fermezza “per impedire questo ulteriore gravissimo oltraggio a Milano, città Medaglia d'Oro della Resistenza” e chiama i cittadini, gli antifascisti, a partecipare al presidio che si terrà Domenica 24 gennaio 2016 a partire dalle ore 10 davanti alla Loggia dei Mercanti, luogo simbolo della Resistenza milanese.

 


 

20/01/2016

 

Related Posts

“RADICI”, l’altra faccia dell’immigrazione

16/06/2011

“RADICI”,  l’altra faccia dell’immigrazioneDalla Bolivia al Marocco, dalla Bosnia al Senegal, reportage alla scoperta delle “radici” dell’immigrazione in Italia: 4 puntate firmate da Davide Demichelis, in onda il venerdì in seconda serata su Rai3 dal 10 giugno.

Appello per il diritto della societa’ civile all’esercizio di denuncia e solidarieta’

10/07/2016

riace-110Il 30 giugno, nel corso di un incontro che si è tenuto a Genova per celebrare i dieci anni dell’attività italiana di Emergency a fianco dei migranti, si è verificato un episodio che riteniamo indicativo dell’inasprimento che sta cambiando il modo in cui le istituzioni che si occupano di migrazione guardano alla società civile e al suo ruolo.

Il lungo cammino per l'integrazione dei Kalé di Spagna

24/03/2015

rom 25x25kale0 110Le discriminazioni contro i Rom nella penisola iberica persistono anche se, egli ultimi decenni, c'è stato un grande impegno in difesa delle minoranze presenti nel Paese. Per arrivare all'attuale integrazione il prezzo pagato è stato altissimo, a cominciare dal dover sacrificare parte della propria cultura. Il reportage di Babelmed.