La mano dell’artista, il sorriso del bambino

crocetti-300Natura e poesia nelle opere di Nino Cordio - Dal 22 aprile all’11 maggio 2016.

Saranno esposte per la prima volta molte prove delle acqueforti dell’incisore scomparso a Roma nel 2000 ed una selezione di opere rappresentative della varietà di tecniche artistiche da lui utilizzate (incisioni, dipinti ad olio, disegni, sculture e affreschi) e che allo stesso tempo veicolano in maniera semplice e diretta la sua poetica, incentrata sulla rappresentazione della natura, che assume toni ora nitidamente realisti, ora soggettivi.

Cordio aveva la straordinaria capacità di portare l’immagine “al limite della meraviglia”, affermava Renato Guttuso, in lui infatti la capacità tecnica e la poesia si fondono generando forti emozioni artistiche.

I soggetti prediletti sono le nature morte, i paesaggi, la figura umana che, resi con un utilizzo espressivo ed emotivo del colore, sottolineano sempre un certo intimismo e amore della quotidianità, restituendoci una pittura che si può definire biografica.

Il richiamo all’antico, specialmente negli affreschi, testimonia la sua formazione e la capacità di assimilazione di culture antiche, quali quella greca e quella romana, che ci riconducono ai luoghi della sua vita.

Il rapporto stretto con la materia emerge maggiormente nella scultura e nell’affresco, dove l’opera d’arte e la mano che la creò si fondono, e la pastosità della cromia diventa importante e comunicativa quanto l’immagine rappresentata.

I laboratori

Durante le settimane della mostra l’Associazione Informadarte si propone di veicolare l’opera e la poetica di questo grande artista con dei laboratori indirizzati ai bambini e ai ragazzi con l’auspicio di poter contribuire, seppur in minima parte, a realizzare un antico sogno dello stesso Nino Cordio: portare i bambini, non solo a vedere, ma a vivere l’arte in prima persona.

 


 

logo-crocetti

 

Fondazione Museo “Venanzo Crocetti”

Via Cassia 492,  00189 Roma

06-33711468
info@fondazionecrocetti.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Related Posts

Alma Mater di Yuval Avital, voci di nonne

14/07/2015

avital 110Installazione icono-sonora dell’artista israeliano: una foresta di 140 altoparlanti di pietra e terracotta da cui si diffondono voci di donne, canti delle nonne, suoni della natura. Un’opera con tante culture diverse. Alla Fabbrica del Vapore di Milano fino al 29 agosto.

Palestina raccontata

18/03/2014

mao 110 bleuA Torino dal 18 marzo al 12 aprile incontri, dialoghi, immagini e performance per promuovere la cultura e la creatività del popolo palestinese.

La Casa Ricamata

06/07/2014

casa ric 110Una serata di festa per la seconda tappa romana del viaggio della Casa Ricamata con un’azione di Luca Miti* al “37” in via dei Lucani 37 lunedì 7 luglio ore 19.00. - Un progetto di: Maria Chiara Calvani.