Dossier. Siria: resistenza cittadina

Dossier. Syrie : résistance citoyenne | Ebticar, Samar Yazbek, narguilé, Tartous, activistes syriens, soap syrien

“Un aspiro-narghilè resistente” | babelmed | cultura mediterranea

“Un aspiro-narghilè resistente”

Maan Alhasbane era seduto con uno dei suoi amici a improvvisare barzellette ciniche sulla politica del regime siriano, quando l'amico gli ha suggerito di registrarle, trasformarle in video e pubblicarle sui social network.

L’associazione “Obour” di Tartus | babelmed | cultura mediterranea

L’associazione “Obour” di Tartus

Il valore di questa ONG risiede sia nell’impegno di colmare le disparità causate dalla guerra tra i diversi schieramenti della società siriana, sia nel luogo in cui lavora: Tartus, una città che testimonia la crescente ostilità tra le diverse confessioni degli abitanti locali e degli sfollati provenienti dalle zone di combattimento.

Gli attivisti siriani nelle zone liberate: hanno perso la loro posizione? | babelmed | cultura mediterranea

Gli attivisti siriani nelle zone liberate: hanno perso la loro posizione?

Thaer stava per laurearsi alla Facoltà di Psicologia, quando iniziò a scendere in piazza con migliaia di ragazzi della sua città per protestare nelle prime manifestazioni che rivendicavano libertà e dignità,...

Dossier. Syrie : résistance citoyenne | Ebticar, Samar Yazbek, narguilé, Tartous, activistes syriens, soap syrien

La commedia siriana.. tra “assadismo”, immoralità e high society

Per molti siriani il mese di Ramadan si identifica con le serie tv, quasi come con la liquirizia e il tamarindo, dato che nelle ultime decadi ne è divenuto elemento cardine e rituale da non perdere.

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Related Posts

Mediterraneo: ritratto di una generazione

11/03/2010

Mediterraneo: ritratto di una generazione Come vivono? A cosa aspirano? Quali difficoltà devono affrontare? A queste domande intende rispondere questo ampio ciclo d’inchiesta sui giovani mediterranei. Prime testimonianze da Francia, Tunisia, Italia e Libano.

L’operazione “Piombo fuso”

26/01/2009

L’operazione “Piombo fuso”L’operazione “Piombo fuso” si è conclusa. In 23 giorni l’inaudita barbarie ha causato la morte di oltre 1.300 persone, tra cui moltissimi bambini. Nella Striscia di Gaza rimangono cumuli di macerie ancora fumanti e un popolo brutalizzato e abbandonato nella sua disperazione.

Libertà di associazione

02/02/2015

medit3 asso 110

Per i cittadini sono uno strumento importante per condividere uno scopo comune, per esprimere le proprie idee, un’opportunità per la partecipazione politica e sociale. Esiste la libertà di associazione in Egitto, Libia, Marocco, Tunisia? Quattro giornalisti che vivono in quei Paesi ci raccontano una realtà complessa.