“Chasing the stars”, le vite sospese sotto il cielo stellato

Un web-doc che racconta le condizioni dei migranti costretti ad affrontare il viaggio verso l'Europa.

Chasing 01 

Avevo solo due possibilità: ritornare in Siria oppure proseguire il viaggio verso l’Europa” racconta Hasan, siriano di 30 anni, che come tanti suoi connazionali è rimasto bloccato a Izmir in Turchia. Hasan che sulle spalle porta la responsabilità dei fratelli e delle sorelle minori, è uno dei protagonisti del web-doc Chasing the stars, il progetto in corso di lavorazione realizzato grazie a una campagna di crowd-funding. 

“Conosco una famiglia che ha impiegato un mese per andare dal sud al nord della Siria: hanno dovuto camminare nei campi minati, hanno attraversato aree sotto il controllo del regime verso zone controllate dalla Free Syrian Army fino a zone controllate dall’Isis e quando sono arrivati non avevamo più neanche le scarpe. Quando ho detto loro che le condizioni del mare non erano buone mi hanno risposto: «Non ci importa, moriremo in mare, ma non vogliamo più vivere in questo modo»”, ha raccontato Hasan.

Questo documentario, diviso in tre capitoli, racconta la vita ed i rapporti che si creano nei luoghi di frontiera, dove i migranti arrivano, si incontrano e poi ripartono di nuovo. Il racconto è ambientato in Turchia, Grecia e Germania.

Chasing 02 

In quei luoghi del transito i migranti, soprattutto siriani, vivono un tempo sospeso, tra l’attesa e la paura di imbarcarsi, l’organizzazione del viaggio, l’impegno ad andare avantinonostante tutti gli ostacoli, primo fra tutti l’approvazione del trattato UE/Turchia per fermare i flussi verso l’Europa. Turchi, curdi, siriani e volontari internazionali hanno trovato nuove forme di aggregazione e di autorganizzazione per affrontare insieme tanto il quotidiano vivere quanto il prossimo futuro che li attende.

Foto, video, disegni, ambienti sonori, ma anche tweet, messaggi vocali e chat concorrono a raccontare le storie in maniera partecipata. Navigando sulla piattaforma
www.chasingthestars.eu l’utente incontrerà Asna, Ali, Yalcin e Khamis nella loro quotidianità, tra silenzi e sorrisi, conoscendo una realtà che raccontata troppo poco. Vedrà come resistono alle burocrazie e alle frontiere chiuse, come si organizzano per sopravvivere, come pianificano la loro nuova vita.

I tre episodi rappresentano le diverse condizioni nelle quali i migranti si ritrovano: “L’attesa” in Turchia, “Di nuovo in trappola” in Grecia e “Un nuovo inizio” in Germania. Il secondo e il terzo episodio saranno girati nel corso dei primi mesi del 2017, mentre l’episodio turco sarà rilasciato il 30 gennaio 2017.

Chasing 03 

Inoltre, Il sito web Frontiere News è media partner del progetto che racconterà ai suoi lettori le storie, i retroscena e le persone de “L’attesa”, il primo capitolo di questa saga che accomuna i destini di chi cerca varchi nelle mura sempre più alte della Fortezza Europa. Fino alla metà di gennaio sui canali social e su questo magazine ci saranno dirette streaming, estratti del documentario, interviste, articoli e fotogallery da Izmir, prima tappa del viaggio.

Quando per la prima volta il collettivo Croma ci ha fatto vedere parte del girato di Valerio Muscella (un professionista che stimiamo e con il quale abbiamo collaborato anche in passato) a Izmir, abbiamo deciso di sposare immediatamente il progetto. Oggi le migrazioni sono al centro del dibattito mediatico e dell'agenda dei politici di tutto il mondo. Molti videomaker, fotografi e giornalisti di buona volontà hanno seguito la Rotta balcanica e denunciato le ingiustizie che i migranti subiscono dentro e fuori l'Europa. Quello che mancava era un lavoro di ampio respiro in cui le storie dei migranti - e non gli autori, le proprie velleità artistiche o convinzioni ideologiche - fossero al centro del racconto.Chasing the starslo fa, riuscendo a far sentire ai fruitori il silenzio assordante al di là e al di qua dei muri d'Europa di cui tutti siamo complici” – dice Joshua Evangelista, responsabile editoriale di Frontiere News.

Chasing 04 

Per proseguire la lavorazione di "Chasing the stars", Cro.M.A. e il partner “Young Researchers of Serbia” hanno lanciato una campagna di crowdfunding sulla piattaforma www.indiegogo.com/at/ChasingtheStars che è attiva fino al 15 gennaio 2017.

 


 

Tatjana Đorđević

 

 

 

 

 

 

Related Posts

Torino, non solo auto

23/06/2010

Torino,  non solo autoLa città è riuscita a reinventarsi dopo la pesante crisi degli anni Novanta, diversificando il suo tessuto socio-economico. Un abitante su sette è straniero. Il ruolo importante svolto dalla Provincia di Torino con la presidenza della Commissione del Mediterraneo in progetti di cooperazione. Version française Versión en español

L’ossessione del “velo islamico” contagia anche la Corte di Giustizia europea

21/03/2017

velo-110Chi si occupi sistematicamente e da lungo tempo dei ricorrenti “affaire del velo” (cui di recente si è aggiunto quello del burkini) lo sa bene: nessuna argomentazione, per quanto razionale e raffinata sia, può far cambiare idea a chi assolutizza l’hijâb – null’altro che un foulard – quale minaccia “ai nostri valori” e simbolo di oppressione e oscurantismo, senza neppure preoccuparsi di distinguere tra “veli” imposti e “veli” liberamente scelti.

3. “Stop al biocidio nella terra dei fuochi”

17/10/2014

green 3La protesta di un gruppo del Comitato Rete per i beni comuni durante la tavola rotonda sulla sicurezza alimentare a cui avrebbe dovuto partecipare la ministra della Salute Lorenzin: “La legge del febbraio 2014 prevede bonifiche dei terreni inquinati e uno screening per le popolazioni a rischio ma non è cambiato niente”.