babelmed - Cultura e SocietĂ  | babelmed,Mediterranean culture,Mediterranean society,information and debate in the Mediterranean,dossier and report in the Mediterranean,travel narrative in the Mediterranean,Art in the Mediterranean,spectacle in the Mediterranean,music in the Mediterranean,literature in the Mediterranean,poetry in the Mediterranean,Mediterranean cinema,Mediterranean theater,Mediterranean artist,culinary arts in the Mediterranean,Arab world moving,book in the Mediterranean,translation in the Mediterranean
Albania, il primo GayPride della sua storia
Emanuela Frate   
Albania, il primo GayPride della sua storia | babelmed | donne - migrazione - mediterraneoL’orgoglio omosessuale lungo le strade della capitale Tirana, sfidando pregiudizi e stereotipi sugli omosessuali in uno dei Paesi e delle società più omofobe. Un banco di prova sul riconoscimento dei diritti per poter entrare in Europa.
 
C’è posto per Taher El-Hadad nell’Assemblea Costituente Tunisina?
Nagy Al-Khashnawy   
C’è posto per Taher El-Hadad nell’Assemblea Costituente Tunisina? | babelmed | donne - migrazione - mediterraneoPioniere della Rinascita araba, influenzò la modernizzazione del Paese. Scrisse “Gli operai tunisini e il movimento sindacale” nel 1927e divenne famoso per il libro “La nostra donna nella sharia e nella società” del 1930 ora in ristampa, alla base dell’elaborazione del codice di statuto personale (1956)
 
Maria Corti e i preziosi manoscritti
Maria Corti e i preziosi manoscritti | babelmed | donne - migrazione - mediterraneo Accademica della Crusca, contribuì a fondare la Scuola di Pavia di indagini letterarie legate alla filologia, a nuovi studi semiotici e allo strutturalismo. Autrice di numerosi saggi, fondò e diresse le riviste Strumenti critici, Autografo e Alfabeta e diede vita al Fondo Manoscritti di autori moderni e contemporanei
 
Mare Chiuso
Mare Chiuso | babelmed | donne - migrazione - mediterraneoIl documentario di Andrea Segre e Stefano Liberti ricostruisce la tragedia umanitaria dei migranti respinti in Libia dalla marina militare italiana attraverso le testimonianze di alcuni sopravvissuti.
 
La Libia dopo Gheddafi vista da due attiviste
La Libia dopo Gheddafi vista da due attiviste | babelmed | donne - migrazione - mediterraneo“La sfida dopo la fine del Colonnello è liberarsi della sua ideologia che ancora persiste. Per noi è difficile capire che cos’è la democrazia, la libertà”.
 
Ankara e la crisi siriana
Ankara e la crisi siriana  | babelmed | donne - migrazione - mediterraneoStop totale alla vendita di armi a Damasco, rapido riconoscimento del Consiglio nazionale siriano e creazione di un corridoio umanitario per aiutare i civili sotto assedio e evacuare i feriti. Questi i passi della Turchia davanti all’aggravarsi dalla crisi siriana
 
Testimonianze e racconti dalle prigioni del regime siriano
Omar Asaad   
Testimonianze e racconti dalle prigioni del regime siriano | babelmed | donne - migrazione - mediterraneoIl paese è dissanguato da mesi, molti dei suoi figli sono stati arrestati, torturati e tenuti per lunghi periodi, in attesa di indagine, nei sotterranei delle sedi delle autorità di sicurezza, dove hanno dimenticato perfino i loro nomi, sostituiti con gli insulti
 
LasciateCIEntrare
LasciateCIEntrare | babelmed | donne - migrazione - mediterraneoCentri di identificazione ed espulsione per stranieri: ancora difficile l’accesso ai giornalisti nonostante le rassicurazioni del ministero dell’Interno, denunciano i promotori della campagna“LasciateCIEntrare”. Al via un appello e una campagna di MOBILITAZIONE in Italia ed in Europa contro le detenzioni amministrative.
 
La musica arbereshe candidata all’Unesco
La musica arbereshe candidata all’Unesco | babelmed | donne - migrazione - mediterraneoL’ambiziosa iniziativa è partita dal Molise: coinvolgerà tutte le Regioni ed i Paesi dell’Arberia affinché i canti popolari arbereshe possano essere inseriti nella lista dei Beni Immateriali dell’Unesco
 
Colpevole
Colpevole | babelmed | donne - migrazione - mediterraneoLa Corte Europea per i Diritti Umani ha dichiarato l’Italia colpevole per aver leso i diritti fondamentali dei centinaia di migranti, tra cui molti profughi e richiedenti asilo, respinti verso la Libia dal maggio 2009.
 
Quell’aprile a Sarajevo
Quell’aprile a Sarajevo  | babelmed | donne - migrazione - mediterraneoUn ricordo lucido e intenso dell’inizio dell’assedio di Sarajevo, gli amici che diventano nemici e gli amici che abbandonano la città. L’incredulità di fronte al tragico accadere della guerra.
 
Libano: il confessionalismo fa la legge
Nidal Ayoub   
Libano: il confessionalismo fa la legge | babelmed | donne - migrazione - mediterraneoPrendendo in prestito dalle rivoluzioni tunisina e egiziana lo slogan “Il popolo vuole…”, i Libanesi hanno iniziato la loro rivoluzione per far cadere il confessionalismo, senza grandi risultati.
 

Inizio | Prev_Page 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 Next_Page | Fine

Pagina 30 di 75