LasciateCIEntrare | cie
LasciateCIEntrare Stampa
babelmed   
LasciateCIEntrare | cie
Centri di identificazione ed espulsione per stranieri: ancora difficile l’accesso ai giornalisti nonostante le rassicurazioni del ministero dell’Interno, denunciano i promotori della campagna“LasciateCIEntrare”. Al via un appello e una campagna di MOBILITAZIONE in Italia ed in Europa contro le detenzioni amministrative.

LasciateCIEntrare aderisce alla campagna europea OPEN ACCESS NOW( www.openaccessnow.eu/ ) , rilanciando la mobilitazione nel mese di aprile, con organizzazioni di tutta Europa, parlamentari e operatori dell’informazione, che visiteranno i centri per riportare l'attenzione pubblica su questo tema. Senza un’informazione libera di poter informare, alla società civile e a un paese intero vengono sottratti i fondamentali strumenti di democrazia.

In Italia la mobilitazione si svolgerà dal 23 al 27 aprile per dire NO alle violazioni dei diritti umani, NO al silenzio, NO alla censura

CHIEDIAMO:

AI DIRETTORI DELLE TESTATE GIORNALISTICHE E AI GIORNALISTI: di raccontare la realtà dei Cie nella settimana che va dal 23 al 27 aprile, chiedendo l'accesso alle prefetture competenti o rilanciando le iniziative della campagna
ALLA SOCIETA' CIVILE: di mobilitarsi con noi partecipando ai sit in che verranno organizzati davanti ai Cie e dei quali sarà diffuso a breve un calendario di appuntamenti
ALLA POLITICA: di rivedere l'attuale normativa a livello nazionale e internazionale
A TUTTI: di inviare per email la propria adesione ai contatti indicati nell'appello in allegato

Hanno già aderito molti giornalisti, intellettuali, parlamentari, sindacalisti e associazioni della società civile, fra i quali:

Andrea Camilleri, Erri De Luca, Ettore Scola, Stefano Disegni, Fabrizio Gatti, Tiziana Ferrario, Andrea Segre, Enzo Iacopino (presidente dell'Ordine nazionale dei giornalisti)

La mobilitazione è promossa, fra gli altri, dalla Federazione nazionale della Stampa.
L'elenco completo delle sigle promotrici e delle adesioni si trova nell'appello in allegato.


per maggiori informazioni sulla campagna:
Gabriella Guido - ggabrielle65@yahoo.it cell. 3298113338

per la stampa:
Raffaella Cosentino - raffaella.cosentino@gmail.com cell. 3337401795

su Facebook:
LasciateCIEntrare

parole-chiave: