Notti sotto le stelle con gusto | babelmed
Notti sotto le stelle con gusto Stampa
babelmed   
Bari - Il successo del 1° Cinema in Campo Rom per Bambini
Notti sotto le stelle con gusto | babelmed L'iniziativa del primo cineforum nel campo rom Bari-Japigia per bambini, "Notti sotto le stelle", ha riscosso un meritato successo e ha attirato circa 500 spettatori nel corso delle cinque serate. Dal 28 luglio al 1° agosto scorso i 40 bambini dello stesso campo rom e i loro ospiti-coetani hanno assistito con entusiasmo, insieme a parenti ed amici, alle proiezioni dei cartoon in programma. Organizzato dalla cooperativa Artezian, della comunità rom di Bari-Japigia, e dall'associazione interculturale barese Vox Popoli, l'evento "Notti sotto le stelle", è la prova che in Italia esistono situazioni ed iniziative alternative agli episodi di xenofobia e razzismo.

La proiezione dei cinque film-cartoon ("Lillo e Stich", "Due fratelli", "Valiant", "Ratatouille", "La Gabbianella e il Gatto") è stata non solo motivo di incontro tra i 40 bambini rom del campo e i loro coetani baresi, accompagnati da parenti ed amici, ma anche l'occasione più propizia per i bambini rom per approfondire la conoscenza della lingua italiana. "Un bel successo che si è svolto in un clima di confronto e solidarietà", ha affermato l'Assessore all'Accoglienza e alla Pace, Pasquale Martino, che ha inaugurato la manifestazione. Il trait d'union di tutte le serate è stato il cibo offerto dalla comunità rom, dagli ospiti e da diversi commercianti baresi, e per il quale è stato allestito uno spazio snack-bar nel campo. Gli ottimi gogorsch rom (frittelle con lo zucchero) sono stati solo il pretesto per protrarre, sino a notte fonda, musiche e danze gitane in un interessante scambio di idee, pensieri e sorrisi diversi.

"Notti sotto le stelle" nasce dalla collaborazione tra persone di cultura rom e gagé (non-gitana) accomunate da una stessa idea: realizzare attività extrascolastiche ludico-educative, di carattere interculturale, che siano a favore dei bambini del campo rom di Bari-Japigia e di altre strutture cittadine simili, presenti in diverse aree svantaggiate della provincia di Bari.
"Dopo il successo della prima festa rom, organizzata lo scorso giugno sempre nel nostro campo, anche "Notti sotto le stelle" si è rivelata un'esperienza positiva per noi e per i nostri ospiti. Questo è avvenuto grazie al contributo di tutte le persone che hanno partecipato alle nostre iniziative", ha affermato Daniel Tomescu, presidente della cooperativa Artezian e responsabile del campo rom di Bari-Japigia.
"I tempi stanno cambiando - ha proseguito Tomescu - e la riuscita di questo evento è la prova che in molte persone gagé (non-rom) è scomparsa la paura di avvicinarsi agli zingari. Da parte del nostro villaggio, invece, c'è l'impegno a voler fare sempre di più e meglio.Vogliamo dimostrare che anche la nostra cultura gitana è pronta ad integrarsi nella realtà italiana dove abbiamo deciso di vivere, sebbene questo comporterà la trasformazione di alcuni aspetti della nostra secolare tradizione nomade".
Soddisfatti dell'iniziativa anche Matteo Magnisi, mente ispiratrice del progetto Artezian, e Angelo Mastrogiacomo, Presidente dell'associazione Vox Popoli, che si è occupata dell'organizzazione dell'evento ed è promotrice del "Rom School Village", laboratorio di idee, attività di gioco e contributi volontari a sostegno dei bambini dello stesso campo rom.

Il campo rom di Bari-Japigia
Notti sotto le stelle con gusto | babelmed Il villaggio rom di Bari-Japigia nasce nel 2005 su un suolo comunale. Concesso dall'attuale sindaco di Bari, Michele Emiliano, alla comunità rom che, all'epoca, viveva nell'omonimo quartiere, il campo sorge su un'area di 11 mila metri quadri, pieni di alberi d'ulivo. Dotato di corrente elettrica e di bagni chimici, il campo beneficerà presto di un'area attrezzata con toilette e docce, e di un servizio per la fornitura dell'acqua, da gestire in autonomia. Sono, infatti, in corso i lavori per l'allestimento di un impianto di cisterne da 10 mila litri d'acqua, che verranno riempite nel corso della notte per essere poi utilizzate durante il giorno dagli abitanti del villaggio.

Oggi, le 27 famiglie del campo (100 abitanti, di cui 40 bambini) si sentono più ottimiste per il loro futuro. Ma non hanno dimenticato gli episodi di xenofobia, come l'incendio all'ex-campo rom dello stesso quartiere (zona mercato), dei quali sono state vittime negli anni della precedente amministrazione comunale del sindaco, Simeone Di Cagno Abbrescia. Tuttavia, malgrado questo spiacevole ricordo, indelebile come i singoli drammi di tutta la comunità, la realizzazione del progetto-cooperativa Artezian, sostenuto dall'impegno dell'attuale amministrazione comunale barese, di diversi enti locali, associazioni e gruppi di volontari, stanno dimostrando che i presupposti per un modello positivo di integrazione rom è possibile.

La cooperativa Artezian
Notti sotto le stelle con gusto | babelmed"Dimenticare di Mendicare". E' questo lo slogan che i magnifici 5 della cooperativa Artezian (in lingua romani significa "artigiano"), del campo rom di Bari-Japigia, hanno scelto per il loro progetto. I protagonisti sono Daniel Tomescu, presidente e già autore del libro "Intorno al fuoco" (Sinnos 2003), Ileana Rafaila, Serdaru Paul, Ligia Tomescu e Marius Caramizaru.
La cooperativa Artezian è nata nel febbraio 2008, grazie a un'idea e all'impegno di Matteo Magnisi, della Cooperativa Sociale "Occupazione e Solidarietà" di Bari del consorzio Meridia, e il sostegno economico della Regione Puglia nell'ambito dei Fondi POR 2000-2006 Piccoli Sussidi.
Insieme al programma di scolarizzazione dei bambini della stessa comunità rom di Bari- Japigia, questo progetto rappresenta un'occasione di riscatto e di affermazione dell'identità rom. Il fine è quello di sviluppare una rete di atti concreti da attuare in Italia, e in particolare nella regione Puglia.
Le attività di Artezian comprendono opere di pulizia, piccoli traslochi ed facchinaggio. In futuro, è prevista anche la realizzazione di una piccola sartoria di capi della tradizione rom e di un servizio di riciclaggio di materiali.
La prima commessa è stata realizzata presso l'istituto tecnico commerciale linguistico Marco Polo di Bari Poggiofranco. Prossimamente, nello stesso istituto, verranno realizzate altre opere di manutenzione per l'inizio del nuovo anno scolastico.

Associazione Vox Popoli ONP
Notti sotto le stelle con gusto | babelmed Impegnata nell'attivare percorsi d'integrazione e d'inclusione sociale, nel progetto Artezian, Vox Popoli mira a creare situazioni ed iniziative di scambio interculturale tra i cittadini baresi e la comunità Rom di Bari-Japigia. Nello specifico, attraverso il progetto "Rom village School", che si avvale della partecipazione di un gran numero di volontari, Vox Popoli si propone di realizzare una serie di attività extrascolastiche, educative e ludiche a favore dei bambini del villaggio Rom di Bari- Japigia e di altre strutture simili presenti sul territorio barese.
Secondo la filosofia di Vox Popoli, attraverso l'informazione, la condivisione ed il volontariato, si possono realizzare diverse attività di carattere interculturale che, nella loro semplicità, non necessitano grossi contributi economici.

(06/08/2008)

parole-chiave: