“Italo-marocchina”, un romanzo di Anna Mahjar Barducci | babelmed
“Italo-marocchina”, un romanzo di Anna Mahjar Barducci Stampa
babelmed   
“Italo-marocchina”, un romanzo di Anna Mahjar Barducci | babelmedUn viaggio estivo in Marocco – la terra della madre, della nonna materna e di molti altri parenti – è il pretesto che dà l'avvio al racconto autobiografico di Anna Mahjar-Barducci. L'autrice ricostruisce le vicende della propria famiglia attraverso il doppio filtro della sua identità culturale, araba ed europea, italiana e marocchina, alla luce di ciò che accade durante il suo soggiorno. Amori, tradimenti, disgrazie, rovine economiche e umane sono lo sfondo di questo breve romanzo sulle radici culturali: radici che si perdono e troppo tardi si riscoprono (la "nonna" che muore portandosi via un pezzo di storia sconosciuto) o che si ricercano nel posto sbagliato (lo zio Karim che simpatizza con i fondamentalisti). Con uno stile fresco e lineare l'autrice, che sposa un israeliano, fornisce ai lettori una testimonianza importante del melting pot mediterraneo contribuendo a comprendere i motivi e le difficoltà dell'immigrazione.

Anna Mahjar-Barducci è una scrittrice e giornalista italomarocchina. Ha studiato in Pakistan ed è cresciuta tra la Versilia, il Marocco e la Tunisia. Ha anche vissuto parte della sua infanzia in Zimbabwe e Senegal. Ha lavorato per il redattore capo del quotidiano panarabo «Asharq Al-Awsat» negli Stati Uniti, e i suoi articoli sono apparsi su vari media mediorientali tra cui il «Daily Star» (Libano) e «Al-Arabiya» (Dubai). Ha intervistato leader politici internazionali, incluso l'ex premier pakistana Benazir Bhutto poco prima del suo assassinio. I suoi quadri secondo la tradizione dell'arte islamica sono stati esposti in vari paesi africani. Nel 2007, ha fondato l'Associazione Arabi Democratici Liberali, con sede a Roma. È sposata con un israeliano, ex consigliere per il premier Yitzhak Rabin. Questo è il suo primo romanzo.


www.diabasis.it


parole-chiave: