My French Film Festival.com: cinema senza confini

french film 300Dal 17 gennaio al 17 febbraio ritorna il My French Film Festival, il primo festival mondiale del cinema francese on line, giunto quest’anno alla sua quarta edizione. Come per le edizioni precedenti, i film saranno visibili in tutto il mondo, in 13 lingue, e disponibili sul sito del festival www.myfrenchfilmfestival.com

I film saranno inoltre accessibili su altre piattaforme, tra cui iTunes in più di 50 paesi.

Gli internauti potranno votare i lavori e a lasciare i loro commenti sul sito e, al termine della rassegna, saranno attribuiti il Premio dei cineasti, assegnato da una giuria di registi, il Premio del Pubblico, assegnato dagli internauti, il Premio delle Reti Sociali, assegnato da 100 cinefili di tutto il mondo e il Premio della Stampa Internazionale, assegnato da 11 giornalisti di grandi quotidiani stranieri.

I film premiati saranno diffusi a bordo della flotta Air France per i successivi 6 mesi.




Film in concorso:

I lungometraggi

«Au Galop», di Louis Do Lencquesaing;

«Augustine», di Alice Winocour;

«Comme un lion», di Samuel Collardey;

«J'enrage de son absence», di Sandrine Bonnaire;

«La fille du 14 Juillet», di Antonin Peretjako;

«La Vierge, les coptes et moi», di Namir Abdel Messeh;

«Le jour des corneilles», di Jean-Christophe Dessaint;

«Mariage à Mendoza», di Edouard Deluc;

«Mobile Home», di François Pirot;

«Pauline détective», di Marc Fitoussi;

 

I Cortometraggi

«7ème Ciel», di Guillaume Foirest;

«A la française», di Morrigane Boyer;

«Argile», di Michael Guerraz;

«Avant que de tout perdre», di Xavier Legrand;

«La fugue», di Jean-Bernard Marlin;

«Le Cri du Homard», di Nicolas Guiot;

«Le premier pas», di Jonathan Comnène;

«Les Lézards», di Vincent Mariette;

«Mademoiselle Kiki et les Montparnos», di Amélie Harrault;

«Solitudes», di Liova Jedlicki;


Fuori concorso:

        * Film dal Quebec:

«Avant que mon coeur bascule», di Sébastien Rose;

«Chef de meute», di Chloé Robichaud;

        * Film del patrimonio

«Les Parapluies de Cherbourg», di Jacques Demy;

                               


 

Per informazioni e per vedere i film:

www.myfrenchfilmfestival.com

 

 

Related Posts

MUZZIKA ! Ottobre 2013

15/10/2013

ott13 mk00 brassensBrassens cantato in chaâbi algerino: una sorpresa ben riuscita del musicista di Montpellier Djamel Djenidi. Eva Dénia rinnova la canzone tradizionale della regione di Valencia. Ritornano i Gipsy Kings con le loro chitarre colorate e nuovi ritmi latini. Khaled Aljaramani piange per...

Coordinamento Precari ICE. Appello

09/07/2011

Coordinamento Precari ICE. AppelloIl precariato è una realtà di cui bisogna prendere atto e noi lo abbiamo fatto da tempo, perché è la principale alternativa che il mercato del lavoro ci offre.

MUZZIKA ! Maggio 2015

22/05/2015

mai2015 mk0 110

Ana Alcaide e il suo incontro con la musica indonesiana; Bania e la loro musica che viene dal Sahara algerino; Titi Robin e il suo nuovo viaggio musicale nel Marocco berbero; Redi Hasa e Maria Mazzotta tra il Sud-est italiano e i Balcani; Ian Balzan Dorizas e il suo rebetiko contemporaneo; i tre fratelli Fernandez e il flamenco gitano francese; e per finire...