KARIM BAGGILI, Kali City

//Per ascoltare “Down Town”

Vi abbiamo già presentato Karim Baggili, giovane chitarrista e 'oudista belga di origini giordane e jugoslave, di cui ci aveva entusiasmato il precedente album (http://ita.babelmed.net/aprile-2010.html).

//I fratelli JoubranIn “Kali City” ritorna con un progetto che intendeva realizzare da lungo tempo: da una parte invitare a suonare con lui i tre fratelli Joubran (Adnan, Samir e Wissam), il celebre trio di 'oudisti palestinesi, e dall'altra scambiare la sua chitarra con un 'oud. L'album quindi è diviso in due parti: nella prima, Karim suona con uno o più dei fratelli Joubran, accompagnandoli alla chitarra, salvo che per il duo di 'oud in “Ella et Jad”, dove Karim suona con Wissam, ritmato dal daf di Ahmed Khalil; nella seconda parte del disco, Karim suona quasi sempre lo 'oud accompagnato dalla sua “Arabic band”, una decina di compagni, non tutti arabi tra l'altro, con i quali spesso si esibisce in concerto.

“La musica araba è capace di cullarmi e trafiggermi allo stesso tempo, l'adoro!” confessa l'artista. Forse una prova di un certo legame misterioso e profondo che a volte riusciamo a mantenere con la nostra musica “natale”, quale che sia il paese in cui ci ha portati a vivere il destino.

 

www.karimbaggili.be - www.homerecords.be

 


Nadia Khouri-Dagher

Traduzione dal francese A.R. Magos

Gennaio 2014

 

 

 

 

Related Posts

Se non le donne, chi? L’11 dicembre di nuovo in piazza

10/12/2011

Se non le donne,  chi? L’11 dicembre di nuovo in piazzaDopo l’evento del 13 febbraio il movimento Se non ora quando? chiama le donne in molte città d’Italia, da Roma a Torino, a manifestare per contare sulla scena sociale e politica contro l’attuale crisi politica, istituzionale, morale del Paese

La nostalgia prima del ricordo

06/08/2012

nosta_110

I passi lenti del professor Adakessian nei corridoi dell'università armena di Haigazian, Rafi e la sua fabbrica di scarpe nel centro di Beirut, il presente che si rifà vivo nelle foto d'epoca della Pobeda, nave russa che trasferì migliaia di armeni libanesi nell'Armenia sovietica. La terza puntata del reportage "Dal Caucaso a Beirut".

“La sposa ripudiata”, storia d’amore e nostalgia

21/12/2011

“La sposa ripudiata”,  storia d’amore e nostalgiaE’ l’ultimo libro di Younis Tawfik, nato in Iraq, e a Torino dal 1979: opinionista, conferenziere, insegnante di Lingua e Letteratura Araba all'Università di Genova, già autore de “La Straniera” (1999), “L'Iraq di Saddam” (2003) e “Il profugo” (2007), porta in questo suo ultimo lavoro un mondo che mescola due paesi