Libertà di movimento

 logo medit 110

logo bab 110

 

 

Il dossier ”Libertà di movimento" è stato realizzato in partnership con Medit.

 

 

egitto medit 2 110

Egitto, muoversi tra barricate e divieti

In nome delle misure di sicurezza, la circolazione e lo spostamento dei cittadini dentro la città diventano sempre più limitati.

Dina Kabil

medit 2 lyb 110

Libia: muoversi in un Paese segnato dall’instabilità politica

Con la fine del regime di Gheddafi, nel 2011, sono cadute molte restrizioni alla mobilità per i cittadini libici, e i visti per espatriare o viaggiare all’estero sono diventati facili da ottenere, ma la crescente incertezza politica e i recenti scontri tra milizie proiettano una nefasta ombra sul futuro.

Farid Adly 

medit melilla 110

Marocco, terra di accoglienza o di transito?

Il re del Marocco ha deciso di regolarizzare la situazione dei sub-sahariani bloccati nel suo territorio e ha portato a termine l’accordo con l’HCR riconoscendone lo statuto, ciò che permette tra l’altro di arginare la problematica del lavoro nero e la scolarizzazione dei bambini.

Amira-Ghéhanne Khalfallah

conso tun 110

Davanti al Consolato d’Italia a Tunisi

El Menzah. Marzo 2014, ore 13.30. Ufficialmente gli uffici del Consolato d’Italia aprono alle 14h30. Ma, come per entrare a teatro o per partire per una crociera, si arriva in anticipo.

Ben Salah

 

 


 

 

Traduzioni a cura di Stefanella Campana

 

 

 

 

 

Related Posts

Dossier - "Racconti..."

03/03/2015

alate 110I racconti del lavoro invisibile è un opera-progetto di contaminazione tra diverse discipline artistiche che intende esplorare in chiave crossmediale le trasformazioni del lavoro contemporaneo a partire dalle donne, dalla natura gratuita, flessibile, affettiva e relazionale del loro operare: dimensioni di cura trasformate in pratiche produttive che hanno riformulato l’intera struttura del mondo del lavoro, coinvolgendo allo stesso tempo donne e uomini. 

Libertà di stampa e di opinione. Cos'è cambiato nei Paesi della "Primavera araba"

17/12/2013

medit dossier1 110 moscaSono scesi nelle piazze per chiedere più libertà, più giustizia in Tunisia, Egitto, Libia, Marocco. Nelle inchieste in quei Paesi una cronaca aggiornata che ci fa conoscere che cosa è cambiato sulla libertà di stampa e di espressione.

Gli Hammam, identità della Medina di Tunisi

25/08/2015

0 ham 110Dei cinquanta hammam storici segnalati nel XIX° secolo a Tunisi (ma nei secoli precedenti erano 72), solo 26 hanno potuto mantenere la propria attività, diciassette sono stati distrutti e altri sette sono stati chiusi. Intervista ai proprietari di due prestigiosi hammam della Medina – Remmimi eTammarine - alle prese con difficoltà enormi che ne impediscono un funzionamento regolare e positivo. Il parere di un’esperta.